News

News su Licenziamento disciplinare

Lavoratore che rifiuta mansioni diverse è insubordinato ma non licenziabile

20 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Licenziamento disciplinare

Secondo la Cassazione è illegittimo il licenziamento intimato ad un lavoratore che aveva dichiarato di non essere disponibile allo svolgimento di attività diverse da quelle abituali ancor prima di conoscere la decisione del datore di lavoro circa la nuova assegnazione.

Leggi dopo

Diffamazione tramite Facebook: legittimo il licenziamento

11 Maggio 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Licenziamento disciplinare

È legittimo il licenziamento della dipendente che, attraverso Facebook, diffama l’azienda per cui lavora poiché le frasi denigratorie, oltre a rompere il vincolo fiduciario nel rapporto lavorativo, sono potenzialmente capaci di raggiungere un numero indeterminato di persone.

Leggi dopo

Assenza ingiustificata: rilevano la portata soggettiva e la gravità della condotta

26 Aprile 2018 | di La Redazione

Cass. civ. sez. VI,

Licenziamento disciplinare

Nonostante il licenziamento per giusta causa sia ex lege la sanzione prevista per il lavoratore che si assenti ingiustificatamente, ciò non esime il giudice dall’obbligo di accertare in concreto la reale entità e gravità, nonché la portata soggettiva della condotta addebitata al dipendente, valutando altresì la proporzionalità tra sanzione e infrazione.

Leggi dopo

Specificità della contestazione e diritto di difesa

04 Aprile 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Licenziamento disciplinare

Nel valutare il requisito della specificità della contestazione disciplinare, il giudice deve valutare se essa sia sufficiente per far individuare al lavoratore i fatti addebitati, senza tenere conto di schemi rigidi e prestabiliti.

Leggi dopo

Sentenza penale e immediatezza del licenziamento

03 Aprile 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Licenziamento disciplinare

Posto che generalmente la sentenza che condanna il lavoratore per fatti estranei al rapporto di lavoro non è idonea a fare venir meno la fiducia del datore, se i fatti sono di estrema gravità il datore può esercitare il diritto di recesso prima della sentenza di condanna definitiva.

Leggi dopo

Effettive e urgenti le ragioni dell’assenza ingiustificata: sproporzionato il licenziamento

07 Febbraio 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Licenziamento disciplinare

La Cassazione ha giudicato illegittimo, per sproporzione tra condotta tenuta e sanzione irrogata, il licenziamento intimato alla lavoratrice rimasta assente per venti giorni dal luogo di lavoro, senza richiedere il congedo per gravi motivi familiari, al fine di accudire la figlia affetta da grave depressione post partum.

Leggi dopo

Falsa attestazione in servizio: allungati i tempi per la denuncia e l’azione contabile

08 Agosto 2017 | di La Redazione

Licenziamento disciplinare

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 agosto 2017 il decreto legislativo 20 luglio 2017, n. 118 titolato Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 20 giugno 2016, n. 116, recante modifiche all'articolo 55-quater del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, ai sensi dell'articolo 17, comma 1, lettera s), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di licenziamento disciplinare.

Leggi dopo

Sussistono i tratti salienti del fatto: la tutela è reintegratoria o indennitaria?

07 Agosto 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. lav., 18 luglio 2017, n. 17723

Licenziamento disciplinare

Con sentenza n. 17723/2017 la Cassazione ha stabilito che, nel caso di contestazione unitaria di una pluralità di condotte, l'infondatezza di una singola condotta non può comportare la reintegra del lavoratore per insussistenza del fatto ex art. 18, comma 4, ma la tutela indennitaria di cui al comma 5, qualora risultino sussistenti i tratti salienti del fatto.

Leggi dopo

Illegittimo il licenziamento per lo sfogo su FB contro il datore di lavoro

13 Luglio 2017 | di La Redazione

Cass. sez. lav.

Licenziamento disciplinare

Una lavoratrice, a cui era stato intimato il licenziamento dopo aver criticato aspramente il proprio datore di lavoro su Facebook, ne chiedeva fosse dichiarata l’illegittimità. Con sentenza n. 13799 del 31 maggio 2017, la Corte di Cassazione si è espressa a favore della ricorrente, annullando il recesso.

Leggi dopo

Navigazione web e licenziamento, le puntualizzazioni della S.C.

07 Luglio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. lav.

Licenziamento disciplinare

Con la sentenza n. 14862/2017, la Sezione Lavoro della Corte di Cassazione si è pronunciata sulla rilevanza della navigazione internet, durante l’orario di lavoro, in caso di licenziamento.

Leggi dopo

Pagine