News

News

Sentenza penale e immediatezza del licenziamento

03 Aprile 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Licenziamento disciplinare

Posto che generalmente la sentenza che condanna il lavoratore per fatti estranei al rapporto di lavoro non è idonea a fare venir meno la fiducia del datore, se i fatti sono di estrema gravità il datore può esercitare il diritto di recesso prima della sentenza di condanna definitiva.

Leggi dopo

Welfare aziendale e premi di risultato: le precisazioni delle ”Entrate”

30 Marzo 2018 | di La Redazione

Agenzia Entrate, Circolare

Premi di risultato

L’Agenzia delle Entrate, d’intesa con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, ha redatto la Circolare n. 5/E che fornisce chiarimenti sui premi di risultato e di welfare aziendale, in particolare sui premi erogati in assenza di rappresentanze sindacali e dei risultati aziendali territoriali e di gruppo.

Leggi dopo

Dichiarazione di fallimento e rapporto di lavoro pendente

29 Marzo 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Contratto di lavoro

In tema rapporto di lavoro pendente nel fallimento, qualora il curatore scelga di sciogliere tale rapporto ex art. 72 l.fall. con modalità giudicate errate con sentenza passata in giudicato, la curatela è soggetta al principio – valido per ogni datore di lavoro – secondo cui, nell’ipotesi di licenziamento illegittimo, sono attribuiti al lavoratore i diritti retributivi malgrado la non avvenuta prestazione, prevedendo analiticamente il risarcimento del danno commisurato alla retribuzione globale di fatto dal giorno del licenziamento a quello della reintegrazione.

Leggi dopo

Dal Garante privacy la Guida applicativa sulla protezione dei dati personali

29 Marzo 2018 | di La Redazione

Garante per la protezione dei dati personali, Guida applicativa Regolamento.pdf

Privacy

Il Garante per la protezione dei dati personali, tramite Comunicato, ha reso nota la pubblicazione della Guida applicativa del Regolamento sulla privacy, che entrerà in vigore il prossimo 25 maggio.

Leggi dopo

Sopravvenienza di nuova e ulteriore malattia professionale: sì al doppio indennizzo

28 Marzo 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Malattie professionali

Il grado di menomazione derivante dalla nuova malattia professionale, sulla base del quale si valuta l’accessibilità all’indennizzo, deve essere considerato senza tenere conto delle preesistenti malattie del lavoratore. Quest’ultimo, dunque, ha diritto a percepire la rendita sia per il primo che per il secondo stato morboso.

Leggi dopo

Dal MinLav le linee di indirizzo triennali sulle politiche attive del lavoro

28 Marzo 2018 | di La Redazione

Ministero del Lavoro, Decreto n. 4-2018.pdf

Contratto di lavoro

Il Ministero del Lavoro, con il Decreto n. 4/2018, ha fornito le linee di indirizzo dell’azione in materia di politiche attive del lavoro nel triennio 2018-2020, indicando gli obiettivi per l’anno in corso.

Leggi dopo

Whistleblowing: dall’INPS indicazioni per la segnalazione di illeciti

27 Marzo 2018 | di La Redazione

INPS, Circolare 26 marzo 2018, 54.pdf

Lavoro pubblico

Con Circolare n. 54/2018, l’INPS ha fornito indicazioni per la tutela di dipendenti o collaboratori pubblici che denunciano illeciti di cui siano venuti a conoscenza durante la propria attività lavorativa.

Leggi dopo

Tirocini extracurriculari, nuove Regioni recepiscono le Linee Guida

23 Marzo 2018 | di La Redazione

Stage

In merito ai tirocini extracurriculari si aggiorna l'elenco delle Regioni che hanno recepito le Linee Guida in Conferenza Permanente del 25 maggio 2017: Piemonte, Liguria, Marche e Abruzzo.

Leggi dopo

Cumulabilità tra pensione e redditi da lavoro

22 Marzo 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Pensioni

Salvo eccezioni previste dalla legge, la deroga al divieto di cumulo di pensione e redditi da lavoro si realizza solo in presenza di un’effettiva anzianità contributiva di 37 anni, non computandosi a tal fine la contribuzione figurativa per disoccupazione.

Leggi dopo

Cose in custodia e responsabilità del datore di lavoro per danni

20 Marzo 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Infortuni sul lavoro

Per i danni derivati al lavoratore da cose in custodia del datore di lavoro, sussiste in capo a quest’ultimo una responsabilità, sempre che sia stato accertato il nesso eziologico tra il danno stesso, l’ambiente e i luoghi di lavoro e salva la prova del caso fortuito.

Leggi dopo

Pagine