News

News

Il datore non tutela le condizioni di lavoro: l’assenza per malattia è esclusa dal periodo di comporto

16 Novembre 2014 | di La Redazione

Malattie professionali

Perché l’assenza possa essere detratta dal periodo di comporto, non è sufficiente che si tratti di malattia professionale, meramente connessa cioè alla prestazione lavorativa, ma è necessario che in relazione a tale malattia, e alla sua genesi, sussista una responsabilità del datore di lavoro ai sensi dell’art. 2087 c.c. (tutela delle condizioni di lavoro).

Leggi dopo

Omesso versamento, la Corte Costituzionale boccia la maxi-sanzione del 2006

14 Novembre 2014

Corte Cost., sentenza 13 novembre 2014, n. 254.pdf

Contributi previdenziali

La Consulta, con la pronuncia n. 254/2014, dichiara illegittima la norma che collega l’importo minimo della sanzione civile per l’omesso versamento dei contributi unicamente al numero di lavoratori non risultanti dalle scritture o da altra documentazione, prescindendo dalla durata effettiva del rapporto di lavoro.

Leggi dopo

Nessuna procedura concorsuale, nessun esonero dal contributo di mobilità

12 Novembre 2014 | di La Redazione

Licenziamenti collettivi

L’esenzione dal pagamento del contributo di mobilità prevista dall’art. 3, comma 3, della l. n. 225 del 1991, si applica nella sola ipotesi in cui il licenziamento collettivo sia disposto dagli organi di una procedura concorsuale.

Leggi dopo

Le novità della Legge Europea 2013 bis

12 Novembre 2014

Lavoro dipendente e subordinazione

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 261/2014 del 10 novembre (S.O. n. 83) la Legge Europea 2013 bis (L. n. 161/2014) recante le disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea. Tra queste, sono gli articoli da 13 a 16 a interessare la materia lavoristica.

Leggi dopo

Libere professioniste: natura del reddito e tutela della maternità

11 Novembre 2014

Lavoro autonomo

La Cassazione, con sentenza n. 23809/2014, ha affermato che il criterio di determinazione dell’indennità di maternità spettante alle libere professioniste trova applicazione a prescindere dalla forma in cui in concreto sia esercitata l’attività professionale.

Leggi dopo

Somministrazione irregolare e distacco illecito: lavoro nero?

10 Novembre 2014

Ministero del Lavoro, Interpello 7 novembre 2014, n. 27.pdf

Lavoro dipendente e subordinazione

L’Interpello n. 27/2014 del MinLav chiarisce che in tali ipotesi esiste una tracciabilità circa l’esistenza di un rapporto di lavoro ed i connessi adempimenti retributivi e contributivi che induce a ritenere tali comportamenti meno lesivi rispetto a chi ricorre al lavoro “nero” tout court.

Leggi dopo

Servizio di prevenzione e protezione in azienda: “interno” non significa “dipendente”

06 Novembre 2014

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Interpello 4 novembre 2014, n. 24.pdf

RLS

Il Ministero del Lavoro, nel recente Interpello n. 24/2014 in tema di sicurezza, fornisce un’esegesi della norma disciplinante l’istituzione del servizio di prevenzione e protezione all'interno dell'azienda: la conoscenza appropriata delle dinamiche interne ha maggior peso rispetto allo status di lavoratore dipendente.

Leggi dopo

Appalti, rimane la responsabilità fiscale del committente

05 Novembre 2014

Sostituto d'imposta

In attesa che il decreto delegato sulla semplificazione fiscale, recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri, venga pubblicato in Gazzetta Ufficiale, sembra un dato definitivo che non verranno abrogati gli obblighi da sostituto di imposta relativi al versamento delle ritenute d’acconto IRPEF all’Erario.

Leggi dopo

Lavoratore mai assunto e ordine di esibizione dei documenti

05 Novembre 2014

Lavoro dipendente e subordinazione

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 23481/2014, ricorda che il giudice di merito può negare l’ordine di esibizione di documenti soltanto quando l’esistenza o il possesso di questi siano dubbi o quando la loro acquisizione sia comunque inammissibile, irrilevante o sovrabbondante.

Leggi dopo

Lavoro subordinato domestico, quando scatta il diniego al nulla osta per l’assunzione?

04 Novembre 2014

Consiglio di Stato, sentenza 30 ottobre 2014, n. 5397.pdf

Colf e badanti

Il Consiglio di Stato, con la pronuncia n. 5397/2014, ritorna sui presupposti per l’assunzione di uno straniero come lavoratore domestico nell’ambito del “decreto flusso”: il datore deve dimostrare la propria capacità economica per garantire che non si tratti di assunzione fittizia per eludere le norme sull’immigrazione e per assicurare il rispetto dei diritti del lavoratore sotto i profili retributivi e contributivi.

Leggi dopo

Pagine