News

News

Licenziamento disciplinare: sproporzione tra il fatto e la sanzione (omessa informazione alla visita medica pre-assunzione)

05 Luglio 2018 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Cass., sez. lav., ord. 4 luglio 2018, n. 17504.pdf

Licenziamento disciplinare

È illegittimo il licenziamento della dipendente di una municipalizzata che si occupa di rifiuti, inquadrata come operaia addetta alla raccolta di cartoni, che ha dimenticato di segnalare l’operazione chirurgica subita per la rimozione di un’ernia discale. Per la Suprema Corte infatti la sanzione del licenziamento risulta, nel caso di specie, sproporzionata rispetto al fatto.

Leggi dopo

Demansionamento del dipendente e inversione dell'onere della prova

05 Luglio 2018 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Demansionamento

In tema di demansionamento del lavoratore, quando questi alleghi un atto di assegnazione di mansioni inferiori riconducibile all’inesatto adempimento dell’obbligo gravante sul datore di lavoro, ex art. 2103 c.c., incombe sul datore stesso l’onere di dimostrare l’esatto adempimento del proprio obbligo.

Leggi dopo

Apprendistato: non può avere ad oggetto solo attività elementari o routinarie senza apporto didattico e formativo

04 Luglio 2018 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Apprendistato

Nel contratto di apprendistato il dato essenziale è rappresentato dall'obbligo del datore di lavoro di garantire un effettivo addestramento professionale finalizzato all'acquisizione, da parte del tirocinante, di una qualificazione professionale, sicché il ruolo preminente che la formazione assume rispetto all'attività lavorativa esclude che possa ritenersi conforme a tale speciale figura contrattuale un rapporto avente ad oggetto lo svolgimento di attività assolutamente elementari o routinarie, non integrate da un effettivo apporto didattico e formativo di natura teorica e pratica.

Leggi dopo

Sgravio assunzioni: pubblicato il decreto sugli sgravi contributivi per l’assunzione di donne vittime di violenze

02 Luglio 2018 | di La Redazione

Contributi previdenziali

Pubblicato nella G.U. del 27 giugno 2018, n. 147, il decreto del Ministero del lavoro del 11 maggio 2018 relativo agli «sgravi contributivi per l’assunzione delle donne vittime di violenza di genere».

Leggi dopo

Retribuzione: divieto di pagamento in contanti dal 1° luglio 2018

02 Luglio 2018 | di La Redazione

Retribuzione

Dal 1° luglio 2018 il datore di lavoro, qualunque sia la tipologia del rapporto di lavoro instaurato, non può più corrispondere la retribuzione in denaro contante direttamente al lavoratore.

Leggi dopo

È consentito il controllo a distanza in presenza di determinate condizioni

02 Luglio 2018 | di La Redazione

Tribunale Roma, sez. III lavoro

Videosorveglianza

Il lavoratore può essere controllato con mezzi a distanza ma nel rispetto di chiari e rigorosi limiti in assenza dei quali le informazioni comunque raccolte non possono essere utilizzate.

Leggi dopo

Doppia impugnazione stragiudiziale del licenziamento: per il decorso dei 180 giorni vale quella del lavoratore

28 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Impugnazione del licenziamento

Qualora, all'atto scritto di impugnazione stragiudiziale da parte del sindacato senza che il lavoratore ne fosse a conoscenza segua, nell'arco temporale di 60 giorni, la manifestazione scritta della volontà del lavoratore di opporsi al licenziamento, è a quest'ultimo che si deve far riferimento per valutare se sia stato rispettato il successivo termine di decadenza di deposito del ricorso nei 180 giorni.

Leggi dopo

Mobbing: il giudice deve valutare ogni singolo comportamento vessatorio

28 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Mobbing

In tema di mobbing il giudice del merito è tenuto a valutare se i comportamenti denunciati, pur non accomunati dal medesimo fine persecutorio, possano essere considerati vessatori e mortificanti per il lavoratore e, come tali, ascrivibili a responsabilità del datore di lavoro.

Leggi dopo

Pubblico impiego: il collocamento a riposo d’ufficio per raggiunta anzianità massima contributiva deve essere appositamente motivato

26 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Pensioni

Nel pubblico impiego la facoltà di collocamento a riposto d’ufficio nel lavoro pubblico contrattualizzato in ragione del raggiungimento dell’anzianità massima contributiva di quaranta anni richiede una apposita motivazione.

Leggi dopo

Pensione di invalidità: la riduzione della capacità lavorativa va verificata sulle occupazioni che possono essere svolte dal lavoratore

25 Giugno 2018 | di La Redazione

Pensioni

Ai fini del riconoscimento dell’assegno ordinario di invalidità, il requisito della riduzione a meno di un terzo della capacità lavorativa deve essere verificato valutando complessivamente il quadro morboso dell’interessato, con specifico riferimento alla sua incidenza su tutte le attività che possono essere da lui svolte.

Leggi dopo

Pagine