News

News

Tempo determinato: il rinvio al contratto collettivo non rende specifica la causale apposta al contratto a termine

24 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.,

Lavoro a tempo determinato

Il requisito di specificità della causale apposta ai contratti a tempo determinato disposto dall'art. 1, d.lgs. n. 368 del 2001, è ineludibile, al pari della forma scritta ad substantiam del contratto, imposta dall'art. 4 del medesimo decreto, sicché il predetto requisito non risulta soddisfatto dal generico richiamo alle previsioni della contrattazione collettiva...

Leggi dopo

La responsabilità solidale del committente per le retribuzioni non pagate

23 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Appalto

Il d.lgs. n. 276 del 2003, art. 29, non prevedeva, sino alle novelle legislative del 2012, un regime di sussidiarietà, delineando dunque una obbligazione solidale in senso stretto, con conseguente irrilevanza di un litisconsorzio necessario tra debitore principale (datore di lavoro-appaltatore) e condebitore (committente).

Leggi dopo

Licenziamento per g.m.o. e mutamento dell’assetto organizzativo in assenza di crisi

23 Gennaio 2019 | di La Redazione

Licenziamento individuale

In tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo l'andamento economico negativo dell'azienda non costituisce un presupposto necessario del provvedimento. È invece sufficiente che le ragioni inerenti all'attività produttiva e all'organizzazione del lavoro, le quali devono essere evidentemente esplicitate...

Leggi dopo

Lavoratrice assente dal lavoro: licenziata per ritorsione?

21 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav., ord. 17 gennaio 2019, n. 1195.pdf

Cass., sez. lav., ord. 17 gennaio 2019, n. 1195.pdf

Licenziamento individuale

Il licenziamento - per essere considerato ritorsivo - deve costituire l'ingiusta e arbitraria reazione ad un comportamento legittimo del lavoratore e proprio quest’ultimo ha l'onere di indicare e provare i profili specifici da cui desumere l'intento ritorsivo quale motivo unico e determinante del recesso.

Leggi dopo

Trasferimento del dipendente postale: l'eccedentarietà va riferita al momento della riassunzione e non della sentenza

17 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Trasferimento del lavoratore

In tema di riammissione in servizio con trasferimento del dipendente postale, la verifica della situazione di eccedentarietà, da parte del datore di lavoro, deve essere effettuata al momento concreto del reinserimento in organico.

Leggi dopo

Licenziamento per riduzione di personale e criterio dell’alta specializzazione

16 Gennaio 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Licenziamenti collettivi

In materia di licenziamenti per riduzione di personale, laddove la realtà produttiva aziendale sia caratterizzata da una particolare (e delicata) specializzazione (nel settore tecnico-produttivo), il criterio dell'alta specializzazione non può ritenersi generico o arbitrario, dovendo esso essere valutato nel peculiare e delicato contesto produttivo in cui esso è chiamato ad operare.

Leggi dopo

Licenziamento orale, impugnazione e decadenza

15 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.,

Licenziamento individuale

A norma dell'art. 2969, c.c., la decadenza prevista dalla l. n. 604 del 1966, art. 6 - che impone al lavoratore l'onere dell'impugnativa del licenziamento entro il termine di sessanta giorni - non può essere rilevata d'ufficio, attenendo ad un diritto disponibile, ma necessita di un'eccezione (in senso stretto), che, nel rito del lavoro, deve essere proposta, dalla parte convenuta nella memoria di costituzione.

Leggi dopo

È nullo il contratto di somministrazione a tempo determinato se la causale è omessa o troppo generica

10 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

Il contratto di somministrazione a tempo determinato è nullo se non vengono indicate le ragioni tecniche, produttive o organizzative per le quali viene stipulato. Inoltre, per salvare il contratto dalla nullità, non è sufficiente che il datore indichi una causale contrattuale troppo generica, dovendone indicare una specifica.

Leggi dopo

Il mancato rispetto del termine a comparire nel rito speciale del lavoro è soggetto a sanatoria?

09 Gennaio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. VI Civile - L, ord., 7 gennaio 2019, n. 172.pdf

Cass., sez. VI Civile - L, ord., 7 gennaio 2019, n. 172.pdf

Processo del lavoro - primo grado

L’inosservanza del termine a comparire di cui all’art. 435, comma 3, c.p.c., nel rito speciale del lavoro, non dà luogo all’inesistenza della notificazione, ma solo alla nullità della stessa che può essere sanata o mediante costituzione della parte appellata o mediante rinnovazione.

Leggi dopo

Riduzione del personale, salvi solo i dipendenti disponibili alla turnazione: licenziamento illegittimo

04 Gennaio 2019 | di La Redazione

Corte di Cassazione

Licenziamento discriminatorio

Il licenziamento disposto dal datore di lavoro nei confronti dei lavoratori che non sono disponibili ad accettare una turnazione per fasce orarie è illegittimo.

Leggi dopo

Pagine