News

News

Una finestra sulla pensione

10 Febbraio 2020 | di Martina Tonetti

Cass., sez. lav.

Pensioni

Lo slittamento di dodici mesi per il conseguimento della pensione di vecchiaia, previsto ex art. 12, d.l. n. 73 del 2010, convertito in l. n. 122 del 2010, opera nei confronti di tutti gli assicurati, compresi i pensionati di vecchiaia anticipata (anche) per invalidità...

Leggi dopo

Riders: pubblicate dall’Inail le istruzioni operative per la tutela assicurativa

29 Gennaio 2020 | di Andrea Rossi

Inail nota operativa riders

Lavoro autonomo

Con istruzioni operative, pubblicate dall’Inail il 23 gennaio u.s., vengono fornite le prime indicazioni per la corretta applicazione della norma che ha esteso l’obbligo assicurativo in materia di infortuni sul lavoro e malattie professionali ai c.d. riders...

Leggi dopo

Riders: confermata la sentenza della Corte d’appello di Torino

27 Gennaio 2020 | di La Redazione

Lavoro dipendente e subordinazione

La Corte di cassazione si è pronunciata per la prima volta sulla dibattuta questione relativa ai fattorini con contratto co. co. co. (riders), oggetto, da ultimo, di un intervento del legislatore (d.l. n. 101/2019, conv. in l. 128/2019).

Leggi dopo

Sulla decadenza dall'impugnativa del licenziamento del dirigente

20 Gennaio 2020 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

Stante il principio di stretta interpretazione delle norme in materia di decadenza, non è possibile pervenire ad un ampliamento della portata "oggettiva" dell'art. 32, comma 2, l. n. 183 del 2010 (Collegato lavoro) tale da includervi ogni ipotesi di "patologia" del licenziamento...

Leggi dopo

Sulla legittimità del licenziamento disciplinare del socio lavoratore

20 Gennaio 2020 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Licenziamento disciplinare

In tema di società cooperativa di produzione e lavoro, l’art. 2, l. n. 142 del 2011 esclude l’applicazione dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori nei casi in cui, con il rapporto di lavoro, venga a cessare anche quello associativo. A ciò consegue che, accertata l’illegittimità della delibera di esclusione del socio, con conseguente ripristino del rapporto associativo, si determina l’applicabilità della tutela di cui all’art. 18 nel testo vigente all’epoca del licenziamento.

Leggi dopo

Responsabilità dell'utilizzatore per fatti illeciti compiuti dal lavoratore nell'ambito della missione

13 Gennaio 2020 | di Sabrina Apa

Cass., sez. III, 6 dicembre 2019, n. 31889

Somministrazione di lavoro

In tema di contratto di somministrazione di lavoro di cui al d.lgs. n. 276 del 2003, la responsabilità ex art. 2049 c.c. per i danni cagionati a terzi da fatti illeciti compiuti dal lavoratore nello svolgimento della missione...

Leggi dopo

Mobbing: facciamo il punto

02 Gennaio 2020 | di Martina Tonetti

Cass., sez. lav.

Cass., sez. lav., ord. 11 dicembre 2019, n. 32381.pdf

Mobbing

Il mobbing lavorativo è configurabile ove ricorrano due elementi: quello oggettivo, integrato da una pluralità di comportamenti del datore di lavoro, e quello soggettivo, integrato dall'intendimento persecutorio del datore medesimo...

Leggi dopo

Principi per la corretta interpretazione delle clausole dei contratti collettivi

20 Dicembre 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav., 28 novembre 2019, n. 31153

CCNL

In materia di contrattazione collettiva, la comune volontà delle parti contrattuali non sempre è agevolmente ricostruibile attraverso il mero riferimento al senso letterale delle parole, atteso che la natura di detta contrattazione, spesso articolata in diversi livelli...

Leggi dopo

Il lavoratore deve dimostrare il danno subito a causa di demansionamento e dequalificazione

17 Dicembre 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav., 13 dicembre 2019, n. 32982

Demansionamento

La prova del danno da demansionamento e dequalificazione professionale può essere offerta dal lavoratore anche ai sensi dell'art. 2729, c.c. con l'allegazione di elementi presuntivi gravi, precisi e concordanti. L'onere del lavoratore di specifica allegazione dei fatti è alleggerito però in caso di inadempimento del datore di lavoro con conseguente totale inattività del lavoratore.

Leggi dopo

Legittimità del recesso per giustificato motivo oggettivo

13 Dicembre 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav., 11 novembre 2019, n. 29099

Licenziamento individuale

In tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, è sufficiente, per la legittimità del recesso, che le addotte ragioni inerenti all'attività produttiva e all'organizzazione del lavoro, comprese quelle dirette a una migliore efficienza gestionale ovvero a un incremento di redditività...

Leggi dopo

Pagine