News

News

CGUE: mancato superamento della prova per assenza da congedo

11 Settembre 2017 | di La Redazione

CGUE, 7 settembre 2017, C-174-16

Congedi parentali

La dipendente pubblica di un Land tedesco veniva reintegrata nelle precedenti funzioni di grado inferiore per non aver positivamente concluso, a causa della sua assenza per congedo parentale, il periodo di prova biennale cui era subordinata la sua promozione definitiva. Si pronuncia la Corte di Giustizia UE, con sentenza 7 settembre 2017, C-174-16.

Leggi dopo

Aspettativa, contributi figurativi per incarichi politici o sindacali

11 Settembre 2017 | di La Redazione

INPS, Messaggio 8 settembre 2017, n. 3499.pdf

Permessi e aspettative

INPS ha diffuso, attraverso la pubblicazione del Messaggio n. 3499 dell'8 settembre 2017, i profili istruttori in materia di contributi figurativi per periodi di aspettativa fruita per incarichi politici o sindacali.

Leggi dopo

Il CdS chiarisce il concetto di “organico dell’impresa”

07 Settembre 2017 | di La Redazione

Consiglio di Stato, sez. V, 24 luglio 2017, n. 3649

Lavoro dipendente e subordinazione

Il Consiglio di Stato con una sentenza del 24 luglio scorso, n. 3649/2017, è intervenuto in tema di definizione di organico dell’impresa, sottolineando come questo non sia limitato dalla normativa codicistica.

Leggi dopo

APE volontaria, firmato il Decreto

05 Settembre 2017 | di La Redazione

Pensioni

Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha firmato ieri mattina il DPCM sull’APE volontaria, l’Anticipo finanziario a garanzia pensionistica, riconosciuto in via sperimentale dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2018.

Leggi dopo

Diritto alla pensione di anzianità, i contributi figurativi non rientrano nel calcolo

05 Settembre 2017 | di La Redazione

Cass. sez. lav., 24 luglio 2017, n. 18192

Pensioni

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 18192/2017, ha rilevato che i contributi figurativi non sono utili ai fini del conseguimento del diritto alla pensione di anzianità, al contrario di quelli derivanti da prestazione di attività lavorativa, utilizzabili sia per la misura della pensione, sia per il diritto.

Leggi dopo

Tribunale di Milano: il verbale di conciliazione diventa telematico

01 Settembre 2017 | di La Redazione

Comunicazione

Processo del lavoro - primo grado

L’Ordine degli avvocati di Milano ha pubblicato la comunicazione con cui il Presidente della Sezione Lavoro del Tribunale ha annunciato l’avvio di una nuova gestione informatizzata dei verbali di conciliazione.

Leggi dopo

Omesso versamento all’INPS delle ritenute previdenziali dei lavoratori: come evitare l’azione penale?

31 Agosto 2017 | di La Redazione

Cass. pen., sez. Feriale n. 39332/2017 (dep. 21 agosto)

Contributi previdenziali

Nel caso in cui il datore di lavoro ometta di versare all’INPS le ritenute previdenziali ed assistenziali dei suoi lavoratori ha la facoltà, prima della comunicazione della notizia di reato, entro 3 mesi dalla contestazione o dalla notifica dell’avvenuto accertamento della violazione, di definire il contenzioso in sede amministrativa.

Leggi dopo

CdM: via libera al Reddito di Inclusione

30 Agosto 2017 | di La Redazione

Indice ISEE

Si è svolto ieri il CdM n. 42, che ha approvato, in esame definitivo, il Decreto Legislativo di attuazione della delega contenuta nella Legge sul contrasto alla povertà, il riordino delle prestazioni di natura assistenziale e il rafforzamento del sistema degli interventi e dei servizi sociali (L. n. 33/17).

Leggi dopo

Professionisti, da oggi l'obbligo del preventivo scritto

29 Agosto 2017 | di La Redazione

Art. 9, co. 4, D.L. 24 gennaio 2012, n. 1

Lavoro autonomo

ConfprofessioniLavoro comunica, sul proprio sito istituzionale, che a partire da oggi 29 agosto 2017 è obbligatorio il preventivo scritto per i lavoratori professionisti, al momento del conferimento dell’incarico.

Leggi dopo

Nel demansionamento “pre Jobs Act” va rispettata la storia professionale

28 Agosto 2017 | di La Redazione

Cass. sez. lav., 21 luglio 2017, n. 18031

Demansionamento

Nell’accertamento del demansionamento, avvenuto prima della novella legislativa introdotta dal Jobs Act, il giudice di merito deve valutare l’omogeneità sostanziale tra le mansioni, garantendo sia lo svolgimento che l’accrescimento del bagaglio di conoscenze ed esperienze del dipendente, anche in caso di riclassificazione del personale concordata con le organizzazioni sindacali.

Leggi dopo

Pagine