News

News

Demansionamento del lavoratore. Per il risarcimento deve esserci la prova del pregiudizio

07 Febbraio 2015 | di La Redazione

Demansionamento

In tema di demansionamento e dequalificazione, il riconoscimento del diritto del lavoratore al risarcimento del danno professionale, biologico o esistenziale, che asseritamente ne deriva, non può prescindere da una specifica allegazione sulla natura e sulle caratteristiche del pregiudizio, non ricorrendo automaticamente in tutti i casi di inadempimento datoriale.

Leggi dopo

Il lavoratore non può contestare l’esito negativo della prova per genericità delle mansioni

06 Febbraio 2015 | di La Redazione

Lavoro dipendente e subordinazione

Il patto di prova che faccia semplicemente riferimento alla categoria prevista nel contratto collettivo è sufficientemente specifico e, quindi, valido. Il datore di lavoro in questo modo ha la possibilità di assegnare il lavoratore ad uno degli eventuali plurimi profili rientranti nella categoria richiamata, con maggiori opportunità di un suo inserimento nelle attività aziendali.

Leggi dopo

Calcolo dei periodi di disoccupazione a fini pensionistici

06 Febbraio 2015 | di La Redazione

Pensioni

I periodi di disoccupazione possono valere come contribuzione figurativa solo qualora il soggetto abbia un anno di contribuzione nel quinquennio precedente il periodo di disoccupazione

Leggi dopo

Per il licenziamento disciplinare vale anche la condotta illecita extralavorativa

06 Febbraio 2015 | di La Redazione

Licenziamento disciplinare

Una condotta illecita, anche se estranea all’esercizio delle mansioni del lavoratore subordinato, può avere rilievo disciplinare in quanto il lavoratore è assoggettato non solo all’obbligo di rendere la prestazione lavorativa, bensì anche agli obblighi accessori di comportamento extralavorativo, funzionali alla tutela del rapporto di fiducia che lega le parti.

Leggi dopo

Integrazione del trattamento minimo: da dove si parte per fare il calcolo?

06 Febbraio 2015 | di La Redazione

Invalidità civile

L’espressione «redditi assoggettabili» ad IRPEF deve essere interpretata nel senso che il reddito imponibile ai fini dell’integrazione al trattamento minimo dell’assegno ordinario di invalidità è da intendersi al lordo, cioè comprensivo degli oneri deducibili

Leggi dopo

Furto nei confronti di un collega. Licenziamento disciplinare

06 Febbraio 2015 | di La Redazione

Licenziamento disciplinare

Il caso. Lavoratore colto in flagrante mentre sottraeva denaro dal portafoglio del collega di lavoro. Semplice errore, sostiene, a propria difesa, l’uomo, aggiungendo di avere anche restituito i soldi erroneamente, appunto, presi dal portafoglio. Ma è tutto inutile: vista la gravità della condotta, difatti, viene sancita la legittimità del licenziamento adottato dall’azienda (Cass., sentenza n. 1036/2015, Sezione Lavoro, depositata oggi).

Leggi dopo

Licenziamento illegittimo. Spetta al lavoratore provare esistenza ed entità del danno

05 Febbraio 2015 | di La Redazione

Impugnazione del licenziamento

L’unica possibile forma di liquidazione di ogni danno privo delle caratteristiche della patrimonialità è quella equitativa: il ricorso a questo criterio è insito in tale tipologia di danno e nella funzione del risarcimento mediante la dazione di una somma di denaro, che non è reintegratrice di una diminuzione patrimoniale, ma compensativa di un pregiudizio non economico.

Leggi dopo

Nessuna salvezza per il lavoratore che, abusando dell’auto aziendale, sia irreperibile durante la malattia

05 Febbraio 2015 | di La Redazione

Licenziamento individuale

L’abuso palese del benefit dell’autovettura, utilizzata in modo abnorme e per lunghe percorrenze durante il periodo di sospensione del rapporto di lavoro per malattia, rendendo impossibili i controlli che il datore di lavoro avrebbe potuto chiedere, è configurabile come inadempimento degli obblighi contrattuali di buona fede e correttezza, integrando giustificato motivo soggettivo di licenziamento

Leggi dopo

"Incapacità a compiere gli atti quotidiani della vita": l'interpretazione estensiva della Cassazione

05 Febbraio 2015 | di La Redazione

Invalidità civile

Fragilissima la tesi dell’INPS, secondo cui l’uomo è, comunque, in grado di affrontare in autonomia la vita. Certo, egli dichiara di utilizzare il computer a casa, e di recarsi dal giornalaio di fiducia e all’ufficio postale, ma i problemi a livello mnemonico e il disorientamento topografico rendono impossibile vivere senza l’assistenza di una persona.

Leggi dopo

Vince il concorso, ma è già in pensione

29 Gennaio 2015 | di La Redazione

Contratto di lavoro

Il bando di concorso imponeva di far decorrere dalla data di stipula del contratto gli effetti giuridici ed economici scaturenti dal superamento della prova. La decorrenza dell’inquadramento, però, era stata differita per due volte e, nelle more, la persona selezionata era stata collocata in pensione prima della stipula del contratto. Nessun diritto alla qualifica superiore. Così la Cassazione con sentenza n. 1323/2015.

Leggi dopo

Pagine