Quesiti Operativi

Quesiti Operativi su Licenziamento individuale

Gravi tensioni e licenziamento ritorsivo

26 Novembre 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Grave tensione tra lavoratore e datore: il licenziamento può essere qualificato come ritorsivo? Il licenziamento per ritorsione configura una reazione, arbitraria ed ingiusta, ad un comportamento legittimo del lavoratore, ovvero di persona diversa a quest'ultimo legata. Nell'ipotesi in cui il licenziato agisca in giudizio perchè venga dichiarato nullo il recesso datoriale ritenuto ritorsivo, non sarà sufficiente a tale fine dimostrare l'esistenza di rilevanti tensioni tra lo stesso ed il datore di lavoro...

Leggi dopo

Contrazione “ciclica” della produzione e licenziamento per giustificato motivo oggettivo

05 Novembre 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Una riduzione di attività produttiva che si verifichi ogni anno in una determinata stagione, può fondare un licenziamento per g.m.o.? Ai sensi dell'art. 3, l. n. 604 del 1966, il licenziamento per giustificato motivo oggettivo deve essere fondato su ragioni inerenti all'attività produttiva, all'organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa. Secondo un orientamento giurisprudenziale consolidato, può integrare il giustificato motivo del recesso del datore anche una scelta di quest'ultimo di procedere ad una redistribuzione...

Leggi dopo

Le pressioni dei superiori nell'accertamento della giusta causa del licenziamento

29 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

È legittimo il licenziamento per giusta causa di un dipendente il quale abbia tenuto una condotta deprecabile ma conforme alle pressione dei suoi superiori? La giusta causa, la quale può fondare un licenziamento senza preavviso, ex art. 2119 c.c., integra una clausola generale cui contenuto effettivo deve essere individuato dal giudice, ponendo attenzione al caso concreto. L'interprete, infatti, dovrà tenere in conto la oggettiva gravità dei fatti addebitati al lavoratore nonchè, sul piano soggettivo, la rimproverabilità per gli stessi, affinché possa essere valutata la proporzionalità o meno della sanzione comminata...

Leggi dopo

Licenziamento durante il trasferimento di azienda

29 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Il licenziamento per gmo del lavoratore, mentre si sta procedendo ad un trasferimento di azienda, può sempre essere dichiarato illegittimo? L'art. 2112, comma 4, c.c., precisa che il trasferimento di azienda non costituisce, di per sé, valida ragione giustificativa del licenziamento. Tuttavia, non è esclusa la possibilità per la parte datoriale di recedere per giustificato motivo oggettivo, sussistendone ovviamente i presupposti, dal momento che l'articolo prefato fa salva l'applicazione della normativa in materia...

Leggi dopo

Poteri organizzativi e obbligo di repechage

15 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

È illegittimo il licenziamento del lavoratore, divenuto inabile allo svolgimento della prestazione lavorativa, qualora il datore, prima del recesso, abbia proceduto ad una nuova assunzione in mansioni compatibili con il nuovo stato di salute del licenziato?

Leggi dopo

Tempestività della contestazione successiva a condanna

26 Marzo 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Se il CCNL applicato prevede che il datore possa licenziare il lavoratore condannato per un reato, se attende la sentenza rischia che la reazione all'illecito penale sia ritenuta intempestiva?

Leggi dopo

Art. 2119 c.c. e tassatività condotte nel CCNL

18 Gennaio 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

L'elenco, contenuto nel CCNL applicato, delle condotte che comportano un licenziamento per giusta causa è vincolante? Può desumersi la volontà delle parti di non applicare tale sanzione espulsiva in ipotesi differenti?

Leggi dopo

CCNL industria turistica: preavviso lavorato e malattia

11 Gennaio 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Il lavoratore X di un'azienda del settore alberghiero è stato licenziato con preavviso per sopraggiunti limiti di età. Se prima della fine del preavviso lavorato, questi si ammala (ed il periodo di malattia è tale da superare abbondantemente la data del licenziamento comunicato), quid iuris rispetto al licenziamento, considerato che l'art. 126 del CCNL turismo (Federturismo) applicato prevede che "In caso di malattia accertata o di infortunio il personale che non sia in periodo di prova o di preavviso ha diritto alla conservazione del posto per un periodo di centottanta giorni per anno, intendendosi per tale il periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre"?

Leggi dopo

La dimora può essere unità produttiva autonoma?

11 Dicembre 2017 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Se la prestazione lavorativa è svolta a casa, è possibile qualificare la dimora del dipendente come unità produttiva autonoma, non applicando quindi l'art. 18 St. lav.?

Leggi dopo

Licenziamento valido senza sottoscrizione

10 Luglio 2017 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Se il dipendente ha ricevuto una lettera con la quale gli veniva comunicato il licenziamento, ma questa non era sottoscritta, il recesso è nullo?

Leggi dopo

Pagine