Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Licenziamento durante il trasferimento di azienda

29 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Il licenziamento per gmo del lavoratore, mentre si sta procedendo ad un trasferimento di azienda, può sempre essere dichiarato illegittimo? L'art. 2112, comma 4, c.c., precisa che il trasferimento di azienda non costituisce, di per sé, valida ragione giustificativa del licenziamento. Tuttavia, non è esclusa la possibilità per la parte datoriale di recedere per giustificato motivo oggettivo, sussistendone ovviamente i presupposti, dal momento che l'articolo prefato fa salva l'applicazione della normativa in materia...

Leggi dopo

Permessi 104 e attività consentite

24 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Permessi e aspettative

Durante i giorni di permesso ex legge n. 104 del 1992, fare la spesa o svolgere ulteriori incombenze pratiche possono essere incluse nell'assistenza del genitore disabile?

Leggi dopo

Somministrazione a termine: specifica indicazione delle esigenze dell'utilizzatore

24 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Somministrazione di lavoro

Per la validità del contratto di somministrazione a tempo determinato, può essere sufficiente indicare le esigenze straordinarie connesse alla produzione (picchi produttivi)?

Leggi dopo

Prova del nesso causale negli infortuni sul lavoro

22 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Infortuni sul lavoro

È esclusa la responsabilità del datore per l'infortunio del dipendente, il quale non abbia fornito in giudizio la prova del nesso causale tra le addotte omissioni in materia di sicurezza e il danno subito?

Leggi dopo

Prescrizione crediti contributivi

19 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Prescrizione e decadenze

Se l'INPS viene a conoscenza della reintegra del lavoratore solo in seguito a denuncia di questo, il termine di prescrizione relativo ai crediti contributivi vantati dall'Istituto inizia a decorrere da tale momento? Per mezzo dell'art. 18, comma 4, l. n. 300 del 1970, il legislatore, sussistendone i presupposti, mira a garantire al lavoratore illegittimamente licenziato non solo la condanna del datore alla reintegrazione, ma anche al versamento dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti dal giorno del licenziamento fino a quello della effettiva reintegrazione, così da ripristinare integralmente la situazione previdenziale del licenziato...

Leggi dopo

Salute e nuove mansioni: l'incompatibilità legittima il rifiuto?

19 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Diritti ed obblighi lavoratore

Il lavoratore può rifiutare di svolgere le diverse mansioni assegnate adducendone l'incompatibilità con il proprio stato di salute? In merito al rifiuto del lavoratore allo svolgimento della propria prestazione, la giurisprudenza prevalente ne esclude la conformità a buona fede, ex art. 1460 comma 2 c.c., qualora esso non rappresenti reazione ad un inadempimento datoriale totale ovvero talmente grave da pregiudicare irrimediabilmente le esigenze vitali del dipendente...

Leggi dopo

Poteri organizzativi e obbligo di repechage

15 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

È illegittimo il licenziamento del lavoratore, divenuto inabile allo svolgimento della prestazione lavorativa, qualora il datore, prima del recesso, abbia proceduto ad una nuova assunzione in mansioni compatibili con il nuovo stato di salute del licenziato?

Leggi dopo

Causale del contratto a termine e compiti in concreto assegnati

10 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Lavoro a tempo determinato

Stipulato un contratto a termine per la sostituzione di un lavoratore, come incide sulla validità del rapporto l'assegnazione a mansioni differenti rispetto a quelle del sostituito? La disciplina del contratto a tempo determinato, recentemente modificata dalla l. n. 96 del 2018, c.d. Decreto dignità, si fonda sulla stretta connessione tra la fissazione di un termine di durata del rapporto di lavoro e la causale posta a sua giustificazione. Il datore potrà ricorrere a tale tipologia contrattuale solo per ovviare ad esigenze di carattere tecnico, organizzativo, sostitutivo e/o produttivo, le quali dovranno essere specificate in modo puntuale, con l'ulteriore limite della durata massima del rapporto...

Leggi dopo

TFR e trasferimento: adeguamento della retribuzione alla maggiore gravosità della prestazione

05 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Trattamento di fine rapporto

Ai fini del calcolo del TFR, è possibile includere somme corrisposte in seguito al trasferimento? Secondo quanto disposto all'art. 2120, comma 2, c.c., la retribuzione annua, alla quale è fatto riferimento per il calcolo del trattamento di fine rapporto, comprende tutte le somme corrisposte non occasionalmente in dipendenza del rapporto di lavoro, non a titolo di rimborso spesa, facendo salve le diverse previsioni contenute nel CCNL applicato. In caso di trasferimento, sarà necessario determinare la natura retributiva o meno di somme corrisposte per lo svolgimento della prestazione lavorativa presso una diversa sede, dovendosi tenere in conto alcuni indici sintomatici...

Leggi dopo

A lavoro in bicicletta: opera l'assicurazione contro gli infortuni?

03 Ottobre 2018 | di Teresa Zappia

Infortuni sul lavoro

Entro che limiti è possibile utilizzare un mezzo privato per recarsi al lavoro? È possibile usare anche una bicicletta? In forza del disposto dell’art. 12, d.lgs. n. 38 del 2000, per gli infortuni accorsi nel tragitto casa - lavoro, la copertura assicurativa non è esclusa dall'utilizzo di un mezzo di trasporto privato, purché "necessitato"...

Leggi dopo

Pagine