Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

I “sintomi” della subordinazione nel rapporto dirigenziale

16 Maggio 2020 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Lavoro dipendente e subordinazione

Lo stabile inserimento nell'organizzazione aziendale può costituire un indice sintomatico della natura subordinata del rapporto di lavoro con il dirigente? In linea con quanto sostenuto sul punto dalla giurisprudenza, al fine di qualificare un rapporto di lavoro come autonomo ovvero subordinato, con particolare riferimento all'attività di un dirigente, è necessario verificare se il lavoratore possa ritenersi assoggettato, anche in forma attenuata, alle direttive, agli ordini e ai controlli del datore di lavoro, nonché al coordinamento dell'attività lavorativa in funzione dell'assetto organizzativo aziendale...

Leggi dopo

No a termini di decadenza se il licenziamento del dirigente è privo di giustificatezza

16 Maggio 2020 | di Teresa Zappia

Prescrizione e decadenze

Può trovare applicazione il regime decadenziale per l'impugnazione del licenziamento del dirigente nei casi in cui esso sia privo di “giustificatezza”? L'art. 32, comma 2, l. n. 183 del 2010 prevede che le disposizioni di cui all'art. 6, l. n. 604 del 1966 trovano (anche) applicazione in tutti i casi di invalidità del licenziamento, così disponendo l'estensione – sotto un profilo oggettivo - del regime decadenziale in tema di licenziamento, con superamento della limitazione posta dall' art. 10, l. n. 604 del 1966...

Leggi dopo

Infortuni di terzi sul luogo di lavoro

11 Maggio 2020 | di Teresa Zappia

Cass. pen., sez. IV

Infortuni sul lavoro - assicurazione

Entro quali limiti il datore può dirsi responsabile anche qualora l'incidente sul luogo di lavoro non abbia interessato un dipendente? Il datore è titolare di una posizione di garanzia rispetto alla sicurezza sul luogo di lavoro non solo a tutela dei lavoratori subordinati, o dei soggetti a questi equiparati, ma anche di coloro che possano comunque trovarsi nell'area di svolgimento dell'attività...

Leggi dopo

Trasferimento d’azienda illegittimo: il licenziamento dopo collocazione in mobilità accettata dal lavoratore non incide sul rapporto con il cedente

11 Maggio 2020 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Trasferimento d’azienda

Accertata l’illegittimità del trasferimento aziendale, se il lavoratore ha accettato la collocazione in mobilità da parte della cessionaria, il successivo licenziamento estingue il rapporto di lavoro anche con il cedente?

Leggi dopo

Chi deve provare il mancato godimento delle ferie?

08 Maggio 2020 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Ferie

Costituendo un “fatto negativo”, può ritenersi gravante in capo al lavoratore l'onere di provare il mancato godimento delle ferie al fine di ottenere l'indennità sostitutiva delle stesse? In linea con l'orientamento giurisprudenziale sul punto, porre in capo al datore l'onere di provare l'espletamento dell'attività lavorativa in eccedenza, rispetto alla durata del periodo effettivo di lavoro annuale, realizzerebbe un'indebita inversione dell'onere probatorio...

Leggi dopo

Tutela licenziamento illegittimo: il tempo nella valutazione del requisito dimensionale

04 Maggio 2020 | di Teresa Zappia

Tribunale Ferrara, sez. lav.

Licenziamento individuale

Licenziamento illegittimo: nella valutazione del requisito dimensionale può farsi riferimento ai sei mesi precedenti il recesso, come indicato nella Circolare n. 3/2013 del Ministero del lavoro?

Leggi dopo

Mobbing orizzontale: il datore deve avere conoscenza dell'attività persecutoria

21 Aprile 2020 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Mobbing

Condotte persecutorie da parte di colleghi: il datore è sempre responsabile se non si attiva per tutelare il lavoratore sul luogo do lavoro? Sul datore di lavoro, ai sensi dell'art. 2087 c.c., grava lo specifico obbligo di protezione dell’integrità psico-fisica del dipendente...

Leggi dopo

Licenziamento per g.m.o. e precedente violazione dell'art. 2103, c.c.

20 Aprile 2020 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

Qualora sia stata accertata l'effettiva soppressione del posto di lavoro, può incidere sulla legittimità del recesso datoriale per g.m.o. il fatto che il dipendente licenziato sia stato adibito alle mansioni relative al posto soppresso in violazione dell'art. 2103, c.c.?

Leggi dopo

Tutela applicabile ratione temporis al contratto a tempo determinato: nullità ab origine del termine

15 Aprile 2020 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

Se la sentenza con la quale il contratto di lavoro a tempo determinato è convertito in uno a tempo indeterminato, è stata pronunciata successivamente all'entrata in vigore del d.lgs. n. 23 del 2015, troveranno applicazione le tutele previste da quest'ultimo decreto? Per la corretta individuazione della disciplina legale applicabile ratione temporis è necessario fare riferimento non al momento in cui la sentenza di conversione è stata emessa...

Leggi dopo

Soppressione del posto di lavoro e mansioni prevalenti

15 Aprile 2020 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

È legittimo il licenziamento per g.m.o. qualora la soppressione del posto di lavoro non abbia interessato tutte le mansioni svolte dal dipendente? In ipotesi di licenziamento per g.m.o., la sola soppressione obbiettivamente accertabile della posizione del lavoratore non comporta, sic et simpliciter...

Leggi dopo

Pagine