Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Contrattazione nazionale ad integrazione della legge in materia di trasferimento

12 Aprile 2019 | di Teresa Zappia

Trasferimento del lavoratore

A seguito della revisione giudiziaria il Tribunale X è stato accorpato al Tribunale Y e il personale amministrativo è stato colà trasferito. Dal Tribunale soppresso al Tribunale accorpante la distanza è di 57 Km e non è servita da servizi pubblici (ferrovia etc.)...

Leggi dopo

Condotta del dipendente verso terzi e fuori dall'ambito lavorativo e lesione del vincolo fiduciario

12 Aprile 2019 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

La minaccia rivolta nei confronti di un terzo, estraneo al contesto lavorativo, può costituire giusta causa di licenziamento? Il giudice è chiamato innanzitutto a valutare se sia possibile la sussunzione della fattispecie concreta nella clausola generale della "giusta causa", secondo gli standards, conformi ai valori dell'ordinamento, esistenti nella realtà sociale...

Leggi dopo

Modifica per fatti concludenti dell'orario di lavoro

08 Aprile 2019

Orario di lavoro

Clausole elastiche in un contratto a tempo parziale e orario svolto quotidianamente pari a quello pieno e non part-time: vi è conversione in contratto a tempo pieno e indeterminato? Il legislatore consente, a determinate condizioni, l'inclusione nel contratto di lavoro part-time delle c.d. clausole elastiche grazie alle quali il datore di lavoro può disporre, dandone preavviso al lavoratore...

Leggi dopo

Reintegra in mansioni inferiori: è possibile?

04 Aprile 2019 | di Teresa Zappia

Licenziamento economico

Se per eseguire l'ordine di reintegro del Giudice non posso che adibire il lavoratore a mansioni inferiori, è demansionamento? Seconda quanto disposto dall'art. 18, l. n. 300 del 1970, il lavoratore, il cui licenziamento sia stato accertato come illegittimo con condanna alla sua reintegrazione, deve essere ricollocato nel posto e nelle mansioni precedentemente occupate. Il datore...

Leggi dopo

Gli (ampi) effetti delle dimissioni del lavoratore

04 Aprile 2019 | di Teresa Zappia

Dimissioni

Le dimissioni del lavoratore, nel corso di una serie di contratti a termine, estende i suoi effetti anche all'accertamento della nullità del termine apposto e alla conversione in rapporto a tempo indeterminato? Sulla questione posta la giurisprudenziale di legittimità si è espressa recentemente sostenendo che le dimissioni del lavoratore da un contratto a tempo determinato, facente parte di una sequenza di contratti similari succedutisi nel corso degli anni, esplica i propri effetti anche con riferimento al rapporto a tempo indeterminato...

Leggi dopo

Immodificabilità motivazione del licenziamento e decorrenza termini per l'impugnazione

29 Marzo 2019 | di Teresa Zappia

Licenziamento individuale

Se il datore adduce una nuova motivazione del licenziamento, i termini di decadenza per l'impugnazione di questo decorrono dalla data di conoscenza dei reali motivi? L'onere di motivazione del licenziamento a carico del datore di lavoro ha come corollario il principio di immodificabilità dei motivi comunicati, operando come garanzia giuridica per il lavoratore il quale, diversamente, vedrebbe frustrata la possibilità di contestare efficacemente il recesso datoriale...

Leggi dopo

Il congedo per assistere il familiare disabile non limita il legittimo esercizio del potere di recesso

27 Marzo 2019 | di Teresa Zappia

Congedi parentali

Il lavoratore in congedo straordinario per assistere il coniuge disabile può essere incluso nella procedura di licenziamento collettivo?

Leggi dopo

Periodo di comporto e assenze per malattia professionale: insufficienza della "causa di servizio"

25 Marzo 2019 | di Teresa Zappia

Malattie professionali

Le assenze dovute ad una malattia professionale o ad un infortunio si considerano ai fini del superamento del periodo di comporto? Normalmente le assenze dovute ad una malattia professionale ovvero ad un infortunio, in quanto riconducibili alla lettera dell'art. 2110, c.c., sono computabili nel periodo di comporto. Perché ciò possa non avvenire è necessario non soltanto dimostrare l'origine professionale della causa dell'assenza, ma anche la sussistenza, nella sua genesi, di una responsabilità datoriale ex art. 2087, c.c., la quale però non è qualificabile come oggettiva...

Leggi dopo

Il danno da mobbing è qualificabile come malattia professionale atipica

18 Marzo 2019 | di Teresa Zappia

Mobbing

La tutela assicurativa INAIL si estende anche al danno biologico a mobbing? Si ha una ipotesi di mobbing qualora venga accertata una pluralità di comportamenti del datore o di colleghi di lavoro, qualificabili come vessatori e mortificanti per il lavoratore, ed i quali risultino unificati dall'intento persecutorio dell'agente. Perché possa parlarsi di malattia professionale, con applicazione dell'art. 10, d P.R n. 1124 del 1965, è necessario che...

Leggi dopo

Provare l'inadempimento non equivale a provare il danno subito

15 Marzo 2019 | di Teresa Zappia

Demansionamento

Provato il demansionamento, la forzata inattività del lavoratore può considerarsi di per sé una fonte di danno? È bene in primis precisare che la prova della condotta datoriale illecita costituisce un elemento logicamente distinto rispetto alla dimostrazione del danno, patrimoniale e non, dalla stessa derivante. La giurisprudenza, sebbene abbia qualificato come inadempimento contrattuale la violazione degli obblighi di tutela della professionalità..

Leggi dopo

Pagine