Casi e sentenze

Lavoro interinale: durata del rapporto temporaneo e successione di contratti

Il fatto che il decreto legislativo 81/2015, e prima ancora il decreto legislativo 276/03, non contenga alcuna previsione esplicita sulla durata temporanea del lavoro tramite agenzia interinale non impedisce di considerare tale requisito come implicito ed immanente del lavoro tramite agenzia interinale, in conformità agli obblighi imposti dal diritto dell’Unione europea non comportando tale lettura una interpretazione contra legem.

 

Ne discende che l’articolo 32, comma 4, lettera d), della legge n. 183/10, si porrebbe in contrasto con la direttiva 2008/104/CE laddove fosse interpretato nel senso di precludere al giudice nazionale di prendere in considerazione il rapporto di lavoro somministrato per il quale è maturata la decadenza al diverso fine di verificare se anche detta messa a disposizione per l’utilizzatore si inserisca in una sequenza reiterata di missioni che oltrepassi il limite di una durata che possa ragionevolmente considerarsi temporanea.

 

Leggi dopo