Casi e sentenze

Non è assistito da giusta causa il licenziamento del lavoratore che rifiuta di servire un cliente senza mascherina

 

La condotta censurata da parte datoriale – consistita nel rifiuto del dipendente di servire un cliente perché sprovvisto di mascherina - è inidonea a ledere definitivamente la fiducia alla base del rapporto di lavoro, così non integrando violazione del dovere di fedeltà posto dall'art. 2105 c.c. né, tantomeno, giusta causa di licenziamento...

Leggi dopo