Casi e sentenze

Organizzazione dell'orario di lavoro e discriminazione indiretta in danno dei genitori lavoratori

04 Aprile 2022 |

Tribunale Bologna, sez. lav., decr.

Atti discriminatori
 

In ordine alla nozione di discriminazione indiretta, deve evidenziarsi come la stessa alberga non nel trattamento - che è uguale - ma negli effetti – che sono diversi perché diverse sono le situazioni soggettive dei destinatari del trattamento: ciò che rileva è solo l'effetto del trattamento discriminatorio, la sua conseguenza sul piano oggettivo, essendo, viceversa, del tutto irrilevante l'intento soggettivo dell'agente, sia per l'individuazione della condotta vietata, sia, correlativamente, per l'individuazione delle cause di esclusione della fattispecie illecita...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >