Giurisprudenza commentata

Il Tribunale di Palermo: rider, lavoratori subordinati

Sommario

Massima | Il caso | La questione | La soluzione | Osservazioni |

 

Le piattaforme digitali sono da considerarsi imprese e non meri intermediari di servizi con la conseguenza che il rapporto di lavoro con i rider deve essere qualificato come subordinato ai sensi dell'art. 2094 c.c. qualora la possibilità di scelta della collocazione oraria nella quale lavorare sia fittizia e non veritiera e tenuto conto della totale assenza di autonomia nello svolgere la prestazione...

Leggi dopo