Giurisprudenza commentata

La tutela di cui all'art. 9, comma 1, d.lgs. n. 23/2015: tra rigidità del criterio dimensionale e dubbi di costituzionalità della norma

16 Aprile 2021 |

Tribunale Roma

Licenziamento individuale

Sommario

Massima | Il caso | La questione | Le soluzioni giuridiche | Osservazioni |

 

Il criterio di cui all'art. 9, comma 1, d.lgs. n. 23/2015 di determinazione dell'indennità risarcitoria non soddisfa il canone di adeguatezza di cui ai principi costituzionali (art. 3, comma 1, 4, 35 comma 1, e 117, comma 1, Cost.) e sovranazionali (art. 24 della Carta sociale europea), posto che il licenziamento irrogato da un datore privo dei requisiti di cui all'art. 18, commi 8 e 9, l. n. 300/1970, integra un illecito che deve dar luogo ad un'indennità “adeguata e personalizzata”...

Leggi dopo