Giurisprudenza commentata

Licenziamento “indotto” dal lavoratore e trattenuta del contributo “Naspi”

04 Novembre 2020 |

Tribunale Udine

Naspi

Sommario

Massima | Il caso | La questione giuridica | Le soluzioni giuridiche |

 

Nell’ipotesi in cui il lavoratore, anziché dimettersi, mette il datore di lavoro nella necessità di risolvere il rapporto lavorativo, è legittima la compensazione a-tecnica operata dal datore di lavoro che trattiene dalle competenze di fine rapporto spettanti al lavoratore l’importo erogato all’Inps a titolo di “contributo Naspi”.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >