Quesiti Operativi

Studenti lavoratori ed esami

17 Dicembre 2014 Permessi per motivi di studio

Si desidera sapere a quali fonti normative fare riferimento in merito alla questione dei permessi per gli studenti lavoratori.

 

I lavoratori studenti, compresi quelli universitari, che devono sostenere prove di esame, hanno diritto a fruire di permessi giornalieri retribuiti (L. 20 maggio 1970, n. 300, art. 10). Tale diritto è esteso anche a coloro che frequentano i corsi professionali di cui alla L. 21 dicembre 1978, n. 845. Secondo la giurisprudenza i permessi in questione spettano a tutti gli studenti che intendano conseguire titoli di studio riconosciuti dall'ordinamento giuridico statale (Cass. 25 ottobre 2005, n. 20658).

 

Alcuni contratti collettivi integrano la disciplina legale prevedendo la concessione di ulteriori permessi (retribuiti e non) per la preparazione degli esami. Il datore di lavoro può richiedere la produzione delle certificazioni necessarie all'esercizio del diritto.

 

La Corte Suprema ha avuto occasione di affermare che nelle ipotesi in cui il contratto collettivo riconosca il diritto a permessi retribuiti per motivi di studio anche per il tempo strettamente necessario per recarsi a scuola dal luogo di lavoro, è correttamente motivata l'interpretazione del giudice di merito che ha ritenuto la disciplina contrattuale indicativa dell'intento delle parti stipulanti di riferirsi a corsi di studio interferenti con l'orario di lavoro e di contenere la durata del permesso al tempo strettamente necessario per tale spostamento, e non a quello maggiore occorrente per soddisfare esigenze di comodità del lavoratore (Cass. 5 marzo 1993, n. 2701).

Leggi dopo