Bussola

Diffida accertativa

01 Marzo 2021 |

Sommario

Inquadramento | Diffida accertativa per crediti patrimoniali | Diffida per gli illeciti amministrativi e penali | Sanzioni in materia di lavoro secondo il Ministero | Maxisanzione lavoro irregolare | Riferimenti |

 

Il D.Lgs n. 149/2015 (attuativo del Jobs Act) ha istituito, a far data dal 24 settembre 2015, un’Agenzia unica per le ispezioni del lavoro, denominata Ispettorato Nazionale del Lavoro, che integra i servizi ispettivi del Ministero del lavoro, dell'INPS e dell'INAIL. In attuazione dell'art. 8, c. 2, lett. c) ed e) della L. n. 30/2003, che delegava il Governo alla ridefinizione dell'istituto della diffida e alla semplificazione della procedura per la soddisfazione dei crediti di lavoro, correlata alla promozione di soluzioni conciliative in sede pubblica, il decreto legislativo n. 124/2004 ha previsto agli articoli 12 e 13 due diversi tipi di diffida. In aggiunta, si rileva che in relazione alla violazione di cui all'all'art. 3, comma 3, D.L. n. 12/2002, come modificato dall'art. 22, comma 1, D.Lgs. n. 151/2015, attuativo del c.d. Jobs Act, in tema di maxisanzione per il lavoro sommerso, trova applicazione la procedura di diffida di cui all'art. 13 del D.Lgs. n. 124/2004. Tale disciplina ha subito di recente con la L. 120/2020 delle importanti modifiche, volte essenzialmente a semplificare le procedure ed ampliare la tutela dei lavoratori; le prime istruzioni dell’INL sono giunte con la pubblicazione della circolare n. 6 del 5/10/2020. L’INL ricorda che tutta la nuova disciplina...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Lavoro dipendente e subordinazione

18 Novembre 2020
Il contratto collettivo dei Riders: le nuove tutele e le critiche ingenerose del Ministero del lavoro
di Pasquale Staropoli

22 Maggio 2020
Segui il nostro Webinar - CINQUANT'ANNI DI STATUTO DEI LAVORATORI
di Vincenzo Di Cerbo, Arturo Maresca, Elena Boghetich, Silvia Ciucciovino

Vedi tutti »