Bussola

Lavoro stagionale

Sommario

Inquadramento | Gli aspetti peculiari della disciplina | Il requisito di stagionalità | Le esenzioni normative riconosciute al lavoro stagionale | Il diritto di precedenza | Il contratto di lavoro stagionale, profili di compatibilità con somministrazione ed apprendistato | Riferimenti | Modello di lettera di assunzione | |

 

Il contratto di lavoro stagionale trova la sua collocazione sistematica nell'ambito della disciplina del rapporto di lavoro a tempo determinato, ponendosi in questo alveo normativo la sua trattazione, sebbene da esso se ne discosti significativamente in ordine ad alcune delle sue norme cardine.   Ne costituisce, dunque, una fattispecie speciale, data da eccezioni ed esenzioni - che rappresentano la sua peculiarità- le quali sono volte a soddisfare specifiche esigenze, cui tende il modello contrattuale in commento.   Il contratto di lavoro stagionale assolve alla precipua e specifica funzione di soddisfare le necessità stagionali e, dunque, periodiche di forza lavoro, proprie di aziende la cui attività è cadenzata da cicli, da fasi di durata dipendenti dal susseguirsi delle stagioni oppure dipendenti da fenomeni ripetitivi e transitori, di breve durata.   In queste aziende l'organizzazione imprenditoriale risente della natura dell'attività esercitata e dei suoi tempi, cadenzata da periodi di attività e da periodi di non-attività, imperniandosi su un modello necessariamente differente e più flessibile rispetto a quelli ordinari, soprattutto in riferimento al tema occupazionale.   L'Ordinamento si è fatto carico di queste esigenze già nell'ambito della prima riforma che ha discip...

Leggi dopo