Casi e sentenze

Casi e sentenze

Occhiali da vista per videoterminalisti: è obbligo del datore di lavoro fornire il dispositivo di correzione?

01 Febbraio 2023 | di Annachiara Lanzara

Corte Giustizia UE,

Diritti ed obblighi datore di lavoro

A mezzo di tale pronuncia, la Corte di Giustizia dell'Unione Europea interpreta l'articolo 9 della direttiva 90/270/CEE del Consiglio, del 29 maggio 1990, relativa alle prescrizioni minime in materia di sicurezza e di salute per le attività lavorative svolte su attrezzature munite di videoterminali, nel senso che i «dispositivi speciali di correzione», di cui all'articolo 9, paragrafo 3, della direttiva 90/270, includono gli occhiali da vista specificamente diretti a correggere e a prevenire disturbi visivi in funzione di un'attività lavorativa che si svolge su attrezzature munite di videoterminali e che è onere del datore di lavoro fornirli o rimborsare il prezzo pagato dal lavoratore per dotarsene..

Leggi dopo

Licenziamento per giusta causa: nel settore bancario l’elemento fiduciario deve essere valutato con rigore

26 Gennaio 2023 | di Teresa Zappia

Tribunale Bari,

Licenziamento individuale – GMO

Nel settore bancario l'idoneità del comportamento contestato a ledere il rapporto fiduciario, particolarmente intenso, deve essere valutata con particolare rigore ed a prescindere dalla sussistenza di un danno effettivo per il datore.

Leggi dopo

Quale disciplina si applica al rapporto di lavoro alle dipendenze delle società a controllo pubblico?

24 Gennaio 2023 | di Annachiara Lanzara

Cass., sez. lav.

Contratto di lavoro

A mezzo della presente pronuncia la Corte sancisce il principio per cui il rapporto di lavoro alle dipendenze delle società a controllo pubblico è disciplinato dalle norme del codice civile e dalle leggi sui rapporti di lavoro alle dipendenze di privati.

Leggi dopo

La nullità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo e le tutele dopo i recenti arresti della Consulta sull'art. 18 St. Lav.

19 Gennaio 2023 | di Annachiara Lanzara

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale – GMO

La pronuncia in commento concerne un'ipotesi di licenziamento per giustificato motivo oggettivo che, dichiarato illegittimo, viene annullato in ragione dell'accertata insussistenza del fatto alla base del recesso datoriale; tanto, dopo le sentenze della Consulta n. 59/2021 e n. 125/2022, che hanno dichiarato in parte incostituzionale il comma settimo dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Invero, ora la tutela applicabile al dipendente è quella di cui al quarto comma, dunque restituzione del posto e risarcimento fino a dodici mensilità.

Leggi dopo

È illegittimo il licenziamento del lavoratore che trasmette il certificato d’assenza per malattia in ritardo?

17 Gennaio 2023 | di Annachiara Lanzara

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

CCNL abbigliamento in industria: è illegittimo il licenziamento del lavoratore che trasmette in ritardo il certificato medico che giustifica l’assenza dal lavoro.

Leggi dopo

L’ampia portata dell’onere di repêchage e tutela reintegratoria per illegittimità del licenziamento per giustificato motivo oggettivo

12 Gennaio 2023 | di Annachiara Lanzara

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale – GMO

La società che elimina un posto di lavoro prima di procedere al licenziamento deve tentare il ripescaggio.

Leggi dopo

Licenziamenti collettivi e unicità del centro di imputazione: la selezione va estesa ai dipendenti di tutte le società del gruppo

12 Gennaio 2023 | di Annachiara Lanzara

Tribunale Tivoli, sez. lav., ord.

Licenziamenti collettivi

A mezzo della presente pronuncia il Tribunale sancisce il principio per cui in caso di licenziamento collettivo, nell'ipotesi in cui vi sia un unico centro di imputazione, è necessario tener conto dei dipendenti tutte le società del gruppo.

Leggi dopo

È legittimo il trasferimento del lavoratore che gode dei permessi ex l. n. 104/1992, per esigenze economiche, produttive ed organizzative del datore di lavoro?

05 Gennaio 2023 | di Annachiara Lanzara

Cass., sez. lav.

Disabili

Legittimo il trasferimento del lavoratore che assiste il padre disabile se dovuto a ragioni tecniche, organizzative e produttive.

Leggi dopo

Il licenziamento disciplinare e le ipotesi tipizzate dal CCNL

05 Gennaio 2023 | di Annachiara Lanzara

Cass., sez. lav.

Licenziamento disciplinare

La Corte di Cassazione torna a giudicare un caso di licenziamento disciplinare, fondato su una condotta di una lavoratrice che si colloca in contrasto con le direttive aziendali e con le previsioni del CCNL applicato.

Leggi dopo

Licenziamento disciplinare nel settore del credito bancario e severità nel rispetto delle regole di lealtà e correttezza

28 Dicembre 2022 | di Teresa Zappia

Tribunale Bari, sez. lav.,

Licenziamento individuale

Nel settore del credito bancario la condotta del lavoratore deve essere valutata alla luce della maggior grado di fiducia richiesto nell'espletamento dei compiti assegnati.

Leggi dopo

Pagine