Casi e sentenze

Casi e sentenze su Lavoro a tempo determinato

Rapporto tra diritto di precedenza del lavoratore e trasformazione del contratto a termine

26 Ottobre 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Pavia

Lavoro a tempo determinato

L'art. 24, d.lgs. n. 81/2015, allo scopo di garantire la stabilità occupazionale, pone un limite all'autonomia negoziale dell'imprenditore, garantendo al lavoratore a termine il diritto ad essere preferito ad altri soggetti nell'ipotesi di ampliamento dell'organico da parte dell'ex datore di lavoro. In altri termini, il presupposto per azionare il diritto in esame è la decisione datoriale di procedere ad una «nuova» assunzione...

Leggi dopo

La S.C. in tema di contratti di lavoro a termine

04 Ottobre 2021 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

In tema di contratti a termine, il regolamento contrattuale deve contenere il rinvio alla previsione della contrattazione collettiva, o ad una delle ipotesi specificamente indicate nell’art. 1 l. n. 230/1962 e, quindi, a tutti i requisiti connessi.

Leggi dopo

Potere organizzatorio del datore di lavoro in tema di sostituzione del lavoratore assente

06 Settembre 2021 | di Sabrina Apa

Corte appello Brescia

Lavoro a tempo determinato

Ferma l'esigenza sostitutiva posta a fondamento dell'apposizione del termine (vale a dire, ferma restando la necessità di dover coprire l'assenza del dipendente assente), il datore di lavoro può realizzare tale esigenza con una certa flessibilità, ma sempre mantenendo un legame causale tra l'apposizione del termine e l'esigenza sostituiva dedotta nel contratto di assunzione a tempo determinato che giustificava l'apposizione del termine.

Leggi dopo

Conseguenze risarcitorie in caso di conversione del contratto a tempo determinato

05 Febbraio 2021 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

In tema di conversione del contratto a tempo determinato, secondo la condivisibile giurisprudenza di legittimità il carattere omnicomprensivo della indennità risarcitoria, valorizzato dalla norma di interpretazione autentica (di cui all'art. 13, comma 1, l. n. 92/2012)...

Leggi dopo

Giudici di pace e risarcimento del danno in caso di reiterazione di contratti a termine

18 Novembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Napoli

Lavoro a tempo determinato

Nell'impiego privato l'art. 32 comma 5 della L. 183/2010 prevede, nei casi di accertata illegittimità del termine apposto del contratto di lavoro, tanto la prosecuzione/trasformazione del rapporto di lavoro in rapporto a tempo indeterminato che il risarcimento del danno subito dal lavoratore...

Leggi dopo

Efficacia della proroga del contratto a termine

25 Settembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Milano

Lavoro a tempo determinato

In tema di contratti a termine, per il Tribunale di Milano (sez. lav., 22 giugno 2020, n. 797), non rileva il momento della stipula della proroga ma quello in cui la stessa “produce i suoi effetti”. Di conseguenza, aderendo alla tesi del foro lombardo, un contratto in scadenza oltre il 31 dicembre 2020 non può essere prorogato senza causale ex art. 8 d.l. agosto (anche stipulando la proroga prima di detta data).

Leggi dopo

La disciplina della proroga del contratto a termine alla luce del cd. decreto Dignità

27 Luglio 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Milano

Lavoro a tempo determinato

Con la disciplina del 2018 (d.l. n. 87 del 2018, c.d. decreto Dignità) si è realizzato un compromesso, volto a contenere il ricorso al contratto a termine a-causale, ovvero: 1. il contratto a termine di durata continuativa non superiore a 12 mesi, resta a-causale e, quindi, può essere sottoscritto senza che sia necessario esplicitare una ragione giustificativa del termine; 2) il contratto a termine di durata continuativa superiore a 12 mesi, richiede una causale di giustificazione...

Leggi dopo

L'onere di specificazione delle “ragioni sostitutive” nel contratto a termine

10 Ottobre 2019 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari, sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

Il datore di lavoro che voglia assumere con contratto a termine può farlo in presenza di ragioni tecniche, produttive, organizzative o sostitutive che giustifichino la apposizione del termine ed è tenuto a provare in giudizio la esistenza di dette ragioni...

Leggi dopo

Contratti a tempo determinato: le ragioni oggettive del termine vanno specificare per iscritto, in modo circostanziato e puntuale

24 Settembre 2019 | di La Redazione

Corte appello Roma, sez. lav.

Lavoro a tempo determinato

In tema di assunzioni a termine l'art. 1, comma 2, del d.lg. n. 368 del 2001 impone al datore di lavoro di specificare in apposito atto scritto, in modo circostanziato e puntuale, le ragioni oggettive, ossia le esigenze di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo, che giustificano l'apposizione del termine finale...

Leggi dopo

Il risarcimento del lavoratore nel caso di conversione del contratto a tempo determinato

10 Giugno 2019 | di La Redazione

Corte appello Roma sez. lav.,

Lavoro a tempo determinato

L'indennità prevista dal comma 5 dell'art. 32, l. n. 183 del 2010 (nel significato chiarito dal comma 13 dell'art. 1, l. n. 92 del 2012) è applicabile a qualsiasi ipotesi di ricostituzione del rapporto di lavoro avente in origine un termine illegittimo e, dunque, anche nel caso di condanna del datore di lavoro...

Leggi dopo

Pagine