Casi e sentenze

Casi e sentenze

Trattamento economico del personale universitario impegnato nell’attività assistenziale

05 Aprile 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Pavia

Retribuzione

Si deve ritenere che il superamento della precedente indennità corrisposta in base all’art. 31 d.P.R. n. 761/1979 abbia segnato il passaggio da una logica perequativa priva di connotazione corrispettiva, ad una logica che, pur non escludendo una tensione verso l’allineamento della posizione retributiva del personale universitario con quello strettamente medico...

Leggi dopo

Accomodamenti ragionevoli per adeguare il luogo di lavoro alla posizione del lavoratore disabile

05 Aprile 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari

Disabili

La ricostruzione del quadro normativo nazionale e sovranazionale e dei principi giurisprudenziali induce a ritenere che nel necessario contemperamento dei diritti del lavoratore disabile e degli interessi del datore di lavoro...

Leggi dopo

Controlli difensivi diretti ad accertare comportamenti illeciti e lesivi del patrimonio aziendale

30 Marzo 2021 | di Sabrina Apa

Cass., sez. III pen.

Videosorveglianza

Deve escludersi la configurabilità del reato concernente la violazione della disciplina di cui all'art. 4 legge n. 300/1970, quando l'impianto audiovisivo o di controllo a distanza, sebbene installato sul luogo di lavoro in difetto di accordo con le rappresentanze sindacali legittimate, o di autorizzazione dell'Ispettorato del Lavoro...

Leggi dopo

Retribuzione professionale docenti e personale supplente a tempo determinato

29 Marzo 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari

Retribuzione

Deve osservarsi che l'art. 7 del CCNL 2001 per il personale del comparto scuola introduce la retribuzione professionale docenti con l'obiettivo di valorizzare la funzione docente e riconoscere il ruolo della funzione docente nel miglioramento del servizio scolastico...

Leggi dopo

La Corte di Giustizia sul licenziamento collettivo illegittimo del lavoratore assunto con il Jobs Act

26 Marzo 2021 | di Sabrina Apa

Corte giust. UE

Jobs act

In tema di licenziamenti collettivi, la Corte di iustizia dell'Unione europea ha statuito che: 1) Una normativa nazionale che prevede l'applicazione concorrente, nell'ambito di una stessa e unica procedura di licenziamento collettivo, di due diversi regimi di tutela dei lavoratori a tempo indeterminato in caso di licenziamento collettivo effettuato in violazione dei criteri...

Leggi dopo

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e scelta organizzativa del datore di lavoro

25 Marzo 2021 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

Ai sensi dell'art. 3 della l. n. 604 del 1966 se il motivo del licenziamento per giustificato motivo oggettivo consiste nella generica esigenza di riduzione di personale omogeneo e fungibile, la scelta del dipendente (o dei dipendenti) da licenziare per il datore di lavoro non è totalmente libera ma comunque limitata, oltre che dal divieto di atti discriminatori, dalle regole di correttezza ex artt. 1175 e 1375 c.c., potendo farsi riferimento, a tal fine, ai criteri di cui all'art. 5 della l. n. 223 del 1991...

Leggi dopo

Titoli e qualificazioni dei responsabili del servizio trasfusionale alla luce del diritto dell'Unione europea

22 Marzo 2021 | di Sabrina Apa

Corte giust. UE, Sez. VIII, 10 marzo 2021, causa C-96/20

Qualifica, mansioni e categorie professionali

In tema di titoli che una persona deve possedere al fine di poter essere designata come responsabile di un servizio trasfusionale, la Corte di giustizia dell'Unione europea ha statuito che: “L'articolo 9, paragrafo 2, lettera a), della direttiva 2002/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 gennaio 2003, che stabilisce norme di qualità e di sicurezza per la raccolta, il controllo, la lavorazione, la conservazione e la distribuzione del sangue umano e dei suoi componenti e che modifica la direttiva 2001/83/CE...

Leggi dopo

Sfruttamento di lavoratori e integrazione del reato di caporalato

16 Marzo 2021 | di Sabrina Apa

Cass. pen.

Diritti ed obblighi lavoratore

È sufficiente, ai fini della integrazione del reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, la sussistenza di uno soltanto degli indici contemplati dall'art. 603-bis c.p., che sono previsti chiaramente, in base alla lettera della legge, come alternativi...

Leggi dopo

Qualità di socio accomandatario e iscrizione alla gestione assicurativa

15 Marzo 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Alessandria

Socio lavoratore

Per consolidato orientamento della Corte di cassazione “nelle società in accomandita semplice, in forza dell'art. 1, comma 203, della l. n. 662 del 1996, che ha modificato l'art. 29 della l. n. 160 del 1975, e dell'art. 3 della l. n. 45 del 1986...”.

Leggi dopo

Rimodulazione dell'organizzazione aziendale del food delivery ai sensi del Modello 231

12 Marzo 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Milano

Lavoro autonomo

A seguito dell'applicazione della misura dell'amministrazione giudiziaria, prevista dall'art. 34, comma 1, d.lgs. n. 159/2011 come sostituito dalla l. n. 161/2017, il Collegio ha rilevato come la società titolare del ramo del food delivery abbia posto in essere un'attività capillare di rafforzamento di tutti i presidi di sicurezza e di integrazione...

Leggi dopo

Pagine