Casi e sentenze

Casi e sentenze

Impugnazione del licenziamento ritorsivo del dirigente

23 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Vicenza

Licenziamento individuale

Premesso che la legge riserva al lavoratore con qualifica dirigenziale un trattamento migliore rispetto a qualsiasi altro lavoratore subordinato (se non altro per le modalità di calcolo dell’indennizzo dovuto oltre che per il rito accelerato)...

Leggi dopo

Non opponibilità della cessione di ramo d'azienda al lavoratore ed unicità del rapporto di lavoro con il cedente

21 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Corte appello Trento

Trasferimento d’azienda

In tema di accertamento della nullità/inopponibilità al lavoratore della cessione del contratto di lavoro, in forza della pronuncia dichiarativa, il contratto di lavoro, eliminata la cessione, si ricostituisce in capo al cedente e il cessionario, che non è più tale...

Leggi dopo

Misura dell'indennità risarcitoria per l'illegittimità del licenziamento economico

16 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Corte appello Torino

Licenziamento economico

L’art. 8 l. n. 604/1966 stabilisce che la misura massima dell’indennità risarcitoria per il licenziamento illegittimo, nell’ambito della tutela obbligatoria, normalmente fissata in 6 mensilità di retribuzione, “può essere maggiorata fino a 10 mensilità per il prestatore....

Leggi dopo

Illegittimità del licenziamento intimato per superamento del periodo di comporto

10 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari

Malattia

Al datore di lavoro è precluso giustificare il recesso, nel successivo giudizio di impugnazione, adducendo ragioni diverse da quelle enunciate nella lettera di licenziamento o comunicate su richiesta del lavoratore, ma può solo dedurre mere circostanze confermative o integrative, che non mutino l’oggettiva consistenza storica dei fatti anzidetti...

Leggi dopo

Rilevanza penale delle condotte di mobbing

04 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Cass. pen.

Mobbing

Nessuna obiezione sussiste, in astratto, alla riconduzione delle condotte di mobbing nell'alveo precettivo di cui all'art. 612-bis c.p. laddove quella "mirata reiterazione di plurimi atteggiamenti, convergenti nell'esprimere ostilità verso la vittima e preordinati a mortificare e a isolare il dipendente nell'ambiente di lavoro", elaborata dalla giurisprudenza civile come essenza del fenomeno, sia idonea a cagionare uno degli eventi delineati dalla norma incriminatrice.

Leggi dopo

Nullità del licenziamento per g.m.o. adottato in violazione del divieto introdotto dal Decreto Cura Italia

04 Dicembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Mantova

Licenziamento economico

Il divieto generalizzato di licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo, inizialmente introdotto dall'art. 46, d.l. n. 18/2020 (c.d. Decreto Cura Italia) fino al 17 maggio 2020, è stato prorogato con il d.l. n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) fino al 17 agosto 2020 e nuovamente prorogato con l'art. 14 del d.l. n. 104/2020 (c.d. Decreto Rilancio 2)...

Leggi dopo

Rider: per il Tribunale di Palermo la piattaforma digitale è una impresa e il rider un lavoratore subordinato

30 Novembre 2020 | di Francesco Meiffret

Tribunale Palermo

Lavoro dipendente e subordinazione

Le piattaforme digitali sono da considerarsi imprese e non meri intermediari di servizi con la conseguenza che il rapporto di lavoro con i rider deve essere qualificato come subordinato ai sensi dell’art. 2094 c.c. qualora la possibilità di scelta della collocazione oraria nella quale lavorare sia fittizia e non veritiera e tenuto conto della totale assenza di autonomia nello svolgere la prestazione.

Leggi dopo

Cognizione del giudice del lavoro in caso di declaratoria di illegittimità del licenziamento e fallimento del datore di lavoro

27 Novembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Bari

Licenziamento economico

Nel caso in cui il lavoratore agisca in giudizio per ottenere la declaratoria di illegittimità del licenziamento con tutela obbligatoria, il fallimento del datore di lavoro non esclude la competenza del giudice del lavoro in ordine a siffatte domande, in quanto soltanto per le pretese creditorie eventualmente proposte in correlazione alla declaratoria di illegittimità del licenziamento...

Leggi dopo

Inesistenza della procedura disciplinare e sospensione dei termini di impugnazione del licenziamento durante il periodo emergenziale

20 Novembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Milano

Licenziamento disciplinare

Dal vizio genetico del procedimento disciplinare consegue il diritto del socio-lavoratore di vedersi riconosciuta la tutela reintegratoria (in uno con il presupposto ripristino del rapporto associativo) e ciò in quanto, in ragione dell'unicità del motivo sotteso alla sua esclusione dalla compagine sociale, l'illegittimità del licenziamento determina inevitabilmente l'illegittimità dell'estromissione: identica la causa, contestuale l'atto, inscindibile l'esito del sindacato...

Leggi dopo

Giudici di pace e risarcimento del danno in caso di reiterazione di contratti a termine

18 Novembre 2020 | di Sabrina Apa

Tribunale Napoli

Lavoro a tempo determinato

Nell'impiego privato l'art. 32 comma 5 della L. 183/2010 prevede, nei casi di accertata illegittimità del termine apposto del contratto di lavoro, tanto la prosecuzione/trasformazione del rapporto di lavoro in rapporto a tempo indeterminato che il risarcimento del danno subito dal lavoratore...

Leggi dopo

Pagine