Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata su Licenziamento individuale

Conseguenze del licenziamento illegittimo di un lavoratore assunto con contratto di somministrazione a termine anch'esso illegittimo

22 Luglio 2021 | di Vincenzo Fabrizio Giglio

Tribunale Pavia

Licenziamento individuale

L'utilizzatore deve essere in grado in ogni momento di dimostrare il legittimo impiego del lavoratore somministrato, anche mediante fatti e documenti che possano essere in possesso della sola agenzia di somministrazione...

Leggi dopo

La competenza del giudice del lavoro sull'illegittimità del licenziamento intimato da una società in caso di intervenuto fallimento

07 Giugno 2021 | di Jacopo Ierussi

Tribunale Bari

Licenziamento individuale

Nel caso in cui il lavoratore agisca in giudizio per ottenere la declaratoria di illegittimità del licenziamento con tutela obbligatoria, il fallimento del datore di lavoro non esclude la competenza del giudice del lavoro in ordine a siffatte domande, in quanto soltanto per le pretese creditorie eventualmente proposte in correlazione alla declaratoria di illegittimità del licenziamento...

Leggi dopo

Covid-19, divieto di licenziamento e illegittimità del recesso del datore di lavoro durante il periodo di prova

03 Giugno 2021 | di Cristina Pulvirenti

Tribunale Milano
Tribunale Roma

Licenziamento individuale

Con le sentenze in esame, il Tribunale di Milano ed il Tribunale di Roma sono stati chiamati a valutare la legittimità di alcuni licenziamenti irrogati in costanza del periodo di prova, nel contesto dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Alcune peculiari circostanze contraddistinguono le due distinte fattispecie.

Leggi dopo

Il carattere determinante del motivo oggettivo nell'indagine sulla natura ritorsiva del licenziamento

12 Maggio 2021 | di Annachiara Lanzara

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

In tema di licenziamento nullo, poiché ritorsivo, il motivo illecito asseritamente sussistente deve essere – a norma dell'art. 1345 c.c. – determinante, in quanto deve costituire l'unica effettiva ragione di recesso, ed esclusivo, nel senso che il motivo lecito formalmente addotto deve risultare insussistente nel riscontro giudiziale...

Leggi dopo

Anche il ricorso cautelare ante causam è idoneo ad impedire la decadenza da “Collegato lavoro”

28 Aprile 2021 | di Maddalena Ciccone

Corte costituzionale

Licenziamento individuale

La mancata previsione del ricorso per provvedimento d'urgenza ante causam, ai sensi degli artt. 669-bis, 669-ter e 700 c.p.c., quale atto idoneo a impedire, se proposto nel termine di decadenza, l'inefficacia dell'impugnazione stragiudiziale del primo comma dell'art. 6 della legge n. 604 del 1966, è contraria al principio di eguaglianza (art. 3 Cost.)...

Leggi dopo

Se la quarantena Covid è imputabile ad una condotta colposa del lavoratore, l'assenza è ingiustificata ed il licenziamento è legittimo

16 Aprile 2021 | di Francesco Meiffret

Tribunale Trento

Licenziamento individuale

In base ai principi di correttezza e buona fede il lavoratore subordinato deve adottare una condotta che non sia lesiva dell'interesse del datore di lavoro consistente nell'effettiva esecuzione della prestazione lavorativa...

Leggi dopo

La tutela di cui all'art. 9, comma 1, d.lgs. n. 23/2015: tra rigidità del criterio dimensionale e dubbi di costituzionalità della norma

16 Aprile 2021 | di Annachiara Lanzara

Tribunale Roma

Licenziamento individuale

Il criterio di cui all'art. 9, comma 1, d.lgs. n. 23/2015 di determinazione dell'indennità risarcitoria non soddisfa il canone di adeguatezza di cui ai principi costituzionali (art. 3, comma 1, 4, 35 comma 1, e 117, comma 1, Cost.) e sovranazionali (art. 24 della Carta sociale europea), posto che il licenziamento irrogato da un datore privo dei requisiti di cui all'art. 18, commi 8 e 9, l. n. 300/1970, integra un illecito che deve dar luogo ad un'indennità “adeguata e personalizzata”...

Leggi dopo

Licenziamento per giusta causa e protezione della salute del lavoratore ai tempi della pandemia: autotutela e stato di necessità

08 Aprile 2021 | di Federica Puglisi

Tribunale Arezzo

Licenziamento individuale

Il Tribunale di Arezzo in composizione monocratica – all’esito della trattazione scritta del giudizio ai sensi dell’art. 83 comma 7 lett. h) d.l. n. 18/20 conv. l. n. 27/20 – respingeva l’opposizione del datore di lavoro e confermava l’ordinanza conclusiva della fase sommaria, con la quale il lavoratore era stato reintegrato nel posto di lavoro, avendo il giudice ritenuto l’insussistenza della giusta causa del licenziamento...

Leggi dopo

Il divieto dei licenziamenti economici in pendenza di pandemia si applica (anche) ai dirigenti

19 Marzo 2021 | di Giuseppe Bulgarini d'Elci

Tribunale Roma

Licenziamento individuale

Il Tribunale di Roma (26 febbraio 2021, Dott. Conte), con una pronuncia di cui non constano precedenti, ha affermato che il divieto dei licenziamenti per motivo oggettivo (“licenziamenti economici”) intimato sul piano individuale ricomprende anche i dirigenti e non le sole categorie cui si applica la disciplina dell'art. 3 della legge n. 604/1966.

Leggi dopo

Il licenziamento per inidoneità alla mansione rientra nel blocco dei licenziamenti Covid 19

17 Marzo 2021 | di Giovanni Guarini

Tribunale Ravenna

Licenziamento individuale

Il licenziamento per sopravvenuta inabilità ricompreso nell'ambito applicativo del blocco dei licenziamenti per g.m.o. di cui all'art. 46 d.l. n. 18 del 17 marzo 2020, perché tale motivo di licenziamento è indubbiamente oggettivo (non è disciplinare)...

Leggi dopo

Pagine