Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

I poteri esercitati in concreto disvelano la simulazione del contratto di lavoro subordinato dell'amministratore

28 Settembre 2021 | di Teresa Zappia

Tribunale Padova

Contratto di lavoro

Qualora la persona fisica, formalmente operante come dirigente, sia chiamata a formarne la volontà societaria anche verso l'esterno, con spendita del nome dell'ente, sussistono contestualmente posizioni tra di esse incompatibili, sicché il contratto di lavoro dipendente deve ritenersi simulato...

Leggi dopo

Tribunale di Bologna: anche alle collaborazioni etero-organizzate di cui all'art. 2 del Dlgs 81/2015 si applica l'art. 28 dello Statuto dei lavoratori

22 Settembre 2021 | di Francesco Meiffret

Tribunale Bologna

Condotta antisindacale

L'applicazione stabilita dall'art.2 del Dlgs 81/2015 delle norme che disciplinano il rapporto di lavoro subordinato alle collaborazioni eteroorganizzate riguarda non solo quelle di carattere sostanziale, ma anche quelle di carattere processuale. L'art. 28 della legge 300/1970, inoltre, è una norma sia processuale nella parte in regolamenta il procedimento volto a reprimere condotte antisindacali...

Leggi dopo

Obbligo contributivo sull'indennità di preavviso e risoluzione consensuale del rapporto

20 Settembre 2021 | di Francesco Pedroni

Cass., sez. lav.

Risoluzione consensuale del rapporto di lavoro

È nel momento stesso in cui il licenziamento acquista efficacia che sorge il diritto del lavoratore all'indennità sostitutiva del preavviso e la conseguente obbligazione contributiva su tale indennità: se poi, successivamente, il lavoratore licenziato rinunci al diritto all'indennità, tale rinuncia non potrà avere alcun effetto sull'obbligazione pubblicista, preesistente alla rinuncia e ad essa indifferente perché il negozio abdicativo proviene da soggetto (il lavoratore) diverso dal titolare (INPS).

Leggi dopo

Illegittimo il provvedimento di sospensione del lavoratore e collocazione in CIGO con causale Covid-19 in mancanza dei requisiti normativi

16 Settembre 2021 | di Marta Filippi

Tribunale Roma, ord.

Cassa Integrazione Guadagni

Non appare legittimo il provvedimento di collocazione di un lavoratore in cassa integrazione ordinaria con causale Covid-19 laddove non ricorrano le motivazioni previste dall'art. 19 del D.L n. 18/2020, ovvero la sospensione o la riduzione del lavoro causate da eventi riconducibili all'emergenza epidemiologica.

Leggi dopo

La conciliazione conclusa in sede protetta

13 Settembre 2021 | di Sabrina Apa

Tribunale Roma

Rinunce e transazione

In assenza di prova della sussistenza di un vizio della volontà espressa dal lavoratore, la conciliazione intervenuta presso la sede “protetta”, conferisce all'atto di rinuncia/transazione sottostante, ai sensi dell'art. 2113, quarto comma c.c., un imprimatur di sostanziale definitività, rientrando, appunto, fra tali sedi protette, anche quella delle Commissioni di certificazione.

Leggi dopo

Il trattamento economico di malattia cede il passo all'indennità di integrazione guadagni in caso di sospensione dell'attività dell'azienda, ma non di orario

09 Settembre 2021 | di Gabriele Livi

Cass., sez. lav.

Cassa Integrazione Guadagni

Anche se l'art. 3 della l. n. 464 del 1972, disponendo che il trattamento di integrazione salariale sostituisce l'indennità giornaliera di malattia, si riferisce soltanto alla cassa integrazione straordinaria, mentre analoga disposizione non è prevista per la cassa integrazione ordinaria, tuttavia, quando l'intervento ordinario della cassa si riferisce ad un'ipotesi di sospensione dell'attività produttiva...

Leggi dopo

La rilevanza della condotta tenuta in un precedente rapporto di lavoro ai fini del recesso datoriale per giusta causa

06 Settembre 2021 | di Ilaria Dal Lago

Tribunale Pistoia

Licenziamento disciplinare

La condotta del prestatore di lavoro, consistita in un grave inadempimento contrattuale posto in essere nell'ambito di un precedente ed omogeneo rapporto di lavoro, può legittimare il datore presso cui è attualmente in forza il lavoratore a recedere per giusta causa, ove tale condotta sia idonea ad incidere irrimediabilmente sul vincolo fiduciario.

Leggi dopo

Il principio di non discriminazione applicato al calcolo del comporto del lavoratore disabile

02 Settembre 2021 | di Isabella Seghezzi

Tribunale Verona

Atti discriminatori

La previsione di un periodo di comporto uguale per i lavoratori disabili e per quelli normodotati costituisce un'ipotesi di discriminazione indiretta, trattandosi di una disposizione apparentemente neutra, che tuttavia introduce una disparità di trattamento a danno dei soggetti disabili, i quali sono statisticamente più soggetti, rispetto ad altri lavoratori, ad assenze per malattia collegate alle patologie invalidanti.

Leggi dopo

È sufficiente la comunicazione da parte dell'Inps affinché il termine di decadenza biennale per il recupero dell'indebito pensionistico sia rispettato

30 Agosto 2021 | di Francesco Meiffret

Cass., sez. lav.

Prescrizione e decadenze

L'art. 13 comma 2 della l. n. 412/1991 il quale stabilisce che l'lnps deve verificare annualmente le situazioni reddituali dei pensionati incidenti sulla misura o sul diritto alle prestazioni pensionistiche e procedere entro l'anno successivo al suo recupero, non comporta che entro tale termine l'intero importo eventualmente indebitamente percepito debba essere restituito all‘Inps...

Leggi dopo

L'attribuzione del buono pasto nel pubblico impiego privatizzato: il diritto alla mensa è diritto alla pausa

30 Agosto 2021 | di Paolo Patrizio

Cass., sez. lav.

Buoni pasto

In tema di pubblico impiego privatizzato, l'attribuzione del buono pasto, in quanto agevolazione di carattere assistenziale che, nell'ambito dell'organizzazione dell'ambiente di lavoro, è diretta a conciliare le esigenze del servizio con le esigenze quotidiane del dipendente...

Leggi dopo

Pagine