Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Il diritto delle singole componenti della RSU ad indire l'assemblea ex art. 20 St. lav. e il limite del monte ore

30 Settembre 2020 | di Ilaria Dal Lago

Corte appello Napoli

RSA - RSU

Il diritto delle singole componenti della RSU (dotate di rappresentatività ex art. 19 l. n. 300/70, nel testo risultante dopo la sentenza della Corte costituzionale n. 231/2013) di indire l'assemblea retribuita ex art. 20 L. 300/70 può essere accordato nella misura in cui non risulti superato il limite delle tre ore annue previsto dall'art. 4, comma 5, lett. a) del Testo unico sulla rappresentanza 10 gennaio 2014.

Leggi dopo

Procedimento disciplinare, specificità della contestazione, esercizio del diritto di difesa

23 Settembre 2020 | di Gabriele Allieri

Corte appello Trento

Contestazioni disciplinari

Nell'esercizio del potere disciplinare, il datore di lavoro deve individuare la condotta contestata nella sua materialità, identificando anche il tempo e il luogo del suo compimento, così da assicurare l'effettività del diritto di difesa al lavoratore interessato...

Leggi dopo

Lavoro agile in stato di emergenza epidemiologica da Covid-19

17 Settembre 2020 | di Stefano Lapponi

Tribunale Mantova

Smart working

Il ricorso cautelare ex art. 700 c.p.c. deve essere proposto, anche in caso di domanda cautelare ante causam, indicando le conclusioni che saranno oggetto della successiva domanda di merito”. Nel caso di Lavoro Agile si dispone che “fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 i genitori lavoratori dipendenti del settore privato con figli...

Leggi dopo

Causalità ed a-causalità nel contratto a termine: effetti collaterali dei revirément normativi

17 Settembre 2020 | di Stefano Costantini

Tribunale Milano

Lavoro a tempo determinato

Al fine di verificare l’obbligatorietà o meno dell’indicazione della causale per la proroga oltre i dodici mesi del termine originariamente apposto al contratto, in applicazione della disciplina transitoria di cui all’art. 2, comma 1, d.l. n. 87 del 2018...

Leggi dopo

Licenziamento disciplinare senza rispetto del termine a difesa: tutela indennitaria forte

14 Settembre 2020 | di Maria Teresa Crotti

Tribunale Venezia

Licenziamento disciplinare

Nel caso di licenziamento disciplinare irrogato in violazione della procedura ex art. 7 dello Statuto lavoratori, senza attendere le giustificazioni scritte del lavoratore, si applica il regime indennitario cd. forte di cui all'art. 3, comma 1, d.lgs. n. 23 del 2015. Nell'applicazione del nuovo regime ex c.d. decreto Dignità (decreto n. 87 del 2018 convertito con l. n. 96 del 2018), ossia della quantificazione dell'indennità entro una forbice da 6 a 36 mensilità, l'anzianità di servizio conserva un ruolo prioritario anche a seguito della pronuncia Corte cost. 194 del 2018.

Leggi dopo

Il rifiuto di nominare nel Comitato COVID-19 lavoratori RSA e RLS costituisce comportamento antisindacale

08 Settembre 2020 | di Giovanni Guarini

Tribunale Treviso

RSA - RSU

Il carattere vincolante del Protocollo 14 marzo 2020 e la sua forza precettiva (al fine di costituire possibile parametro di antisindacalità della condotta che ad esso non si sia correttamente conformata) deriva dall'essere emanazione di una raccomandazione di fonte regolamentare...

Leggi dopo

Tribunale di Roma: il criterio predominante per determinare l'indennità a seguito di licenziamento illegittimo rimane l'anzianità di servizio

04 Settembre 2020 | di Francesco Meiffret

Tribunale Roma

Licenziamento individuale

Anche a seguito della sentenza della Corte costituzionale dell'8 novembre 2018, n. 194, il criterio cardine per determinare l'indennizzo nel caso di licenziamento illegittimo è costituito dall'anzianità di servizio. Il Giudice, quindi, deve almeno riconoscere due mensilità a titolo d'indennizzo per ogni anno maturato di anzianità di servizio...

Leggi dopo

Interpretazione delle clausole dei contratti collettivi. Rilevanza della regola di cui all'art. 1363 c.c. (interpretazione complessiva delle clausole)

01 Settembre 2020 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

CCNL

In materia di interpretazione di clausole della contrattazione collettiva assume preminente rilievo il canone interpretativo dettato dall'art. 1363 c.c. (interpretazione complessiva delle clausole) atteso che - la comune volontà delle parti contrattuali non sempre è agevolmente ricostruibile attraverso il mero riferimento al senso letterale delle parole...

Leggi dopo

La prescrizione dei crediti retributivi dopo le modifiche dell'art. 18, St. lav.: un ritorno al passato?

28 Agosto 2020 | di Teresa Zappia

Tribunale Napoli

Prescrizione e decadenze

Le modifiche dell'art. 18 l. n. 300 del 1970, successive all'entrata in vigore della l. n. 92 del 2012, non incidono sulla stabilità del rapporto di lavoro, sicché, ove siano state svolte mansioni di livello superiore...

Leggi dopo

L'equiparazione tra diplomi di laurea del vecchio e del nuovo ordinamento è possibile solo nei casi previsti dalla legge o dal bando

25 Agosto 2020 | di Francesca Siccardi

Tribunale Roma

Concorso pubblico

L’elencazione contenuta all'interno del bando di concorso di titoli ad accesso diretto (lauree magistrali e specialistiche) e di titoli ad accesso indiretto (lauree di vecchio ordinamento, equiparate alle prime) costituisce un numerus clausus...

Leggi dopo

Pagine