News

News su Trasferimento d’azienda

Trasferimento d’azienda: la cessione dei contratti di lavoro avviene automaticamente

10 Novembre 2020 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Trasferimento d’azienda

Con ordinanza n. 24916/20, depositata il 6 novembre, la Corte di cassazione torna a ribadire che nelle ipotesi di trasferimento di azienda, la cessione dei contratti di lavoro avviene automaticamente ex art. 2112 c.c..

Leggi dopo

Nessuno sgravio per chi assume lavoratori a seguito di un trasferimento di azienda (anche di fatto)

18 Febbraio 2020 | di Mario Scofferi

Cass., sez. lav.

Trasferimento d’azienda

Non possono essere riconosciuti gli sgravi contributivi previsti per l'assunzione di lavoratori licenziati a seguito di procedura di mobilità, qualora tale assunzione avvenga nell'ambito di un trasferimento di azienda (o di un suo ramo)...

Leggi dopo

Diritti del lavoratore in caso di trasferimento del ramo d’azienda

08 Novembre 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Trasferimento d’azienda

In tema di interposizione d’opera, richiamando le Sezioni unite della Suprema Corte (Cass. n. 2990 del 2018), nel caso in cui ne venga accertata l’illegittimità e dichiarata l’esistenza di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato...

Leggi dopo

Il verbale di conciliazione sindacale rende inoppugnabile la cessione di ramo

31 Luglio 2019 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Trasferimento d’azienda

In forza della portata novativa dell’accordo transattivo firmato in sede sindacale, i lavoratori del ramo ceduto non hanno alcun titolo giuridico nei confronti della società cedente. Quest’ultima infatti vanta a suo favore l’intervenuta transazione, mentre la società cessionaria deve considerarsi esclusa dalla controversia.

Leggi dopo

La cessione del ramo d'azienda illegittima non estingue l'obbligazione retributiva del cedente

08 Luglio 2019 | di David Satta Mazzone

Cass., sez. lav.

Trasferimento d’azienda

In caso di cessione di ramo d'azienda, ove su domanda del lavoratore ceduto venga giudizialmente accertato che non ricorrono i presupposti di cui all'art. 2112, c.c., le retribuzioni in seguito corrisposte dal destinatario della cessione, che abbia utilizzato la prestazione del lavoratore successivamente alla messa a disposizione...

Leggi dopo

Appalto di servizi retrocesso: è trasferimento d’azienda?

23 Marzo 2017 | di La Redazione

Cass. civ., Sez. lav. 15 marzo 2017, n. 6770

Trasferimento d’azienda

Con sentenza n. 6770/2017, depositata il 15 marzo scorso, la Cassazione si pronuncia in merito all'applicabilità dell'art. 2112 c.c. alle ipotesi in cui, alla cessazione dell'appalto, il servizio torni in gestione diretta all'imprenditore committente.

Leggi dopo

Per la cessione di ramo d’azienda serve l’autonomia funzionale

23 Gennaio 2017 | di La Redazione

Cass. Civ. – Sez. Lav. – 19 gennaio 2017, n. 1316, sent.

Trasferimento d’azienda

Costituisce elemento costitutivo della cessione di ramo d’azienda, ex art. 2112 c.c., l’autonomia funzionale del ramo ceduto, che deve essere in grado di provvedere, già al momento del trasferimento dal complesso cedente, ad uno scopo produttivo con i propri mezzi, e di svolgere autonomamente il servizio o la funzione cui era adibito prima della cessione.

Leggi dopo

Cambio appalto: il trasferimento di personale non è trasferimento d’azienda

02 Gennaio 2017 | di La Redazione

Cass. civ., sez. lav.,

Trasferimento d’azienda

La Cassazione, con sentenza n. 24972/2016, afferma che non costituisce di per sé trasferimento d’azienda ex art. 2112 c.c. la mera assunzione dei lavoratori in caso di cambio di soggetto appaltatore in esecuzione d’una cd. clausola sociale prevista dalla contrattazione collettiva o dalla legge.

Leggi dopo

Illegittima cessione del ramo d’azienda e diritto di credito dei lavoratori

31 Agosto 2015 | di La Redazione

Trasferimento d’azienda

La Cassazione, con sentenza n. 17184/2015 depositata il 26 agosto, torna ad esaminare la questione degli effetti della dichiarazione di nullità della cessione di ramo d’azienda: l’obbligazione del cedente, che non proceda al ripristino del rapporto di lavoro, deve essere qualificata come risarcimento del danno, con la conseguente detraibilità dell’aliunde perceptum.

Leggi dopo

Nullità della cessione del ramo di azienda e diritto del lavoratore al risarcimento del danno per mancata riammissione

14 Maggio 2015 | di Ilario Alvino

Cass. sez. lav.

Trasferimento d’azienda

La nullità della cessione di ramo d’azienda produce il diritto al risarcimento del danno a favore del lavoratore che, nonostante la dichiarazione giudiziale di nullità, non sia stato ammesso a riprendere il lavoro nell’impresa cedente. Questo diritto tuttavia non sussiste qualora lo stesso lavoratore abbia accettato l’estinzione dell’unico rapporto di lavoro, di fatto proseguito con l’impresa cessionaria, sottoscrivendo insieme a quest’ultima un verbale di messa in mobilità.

Leggi dopo

Pagine