News

News su Licenziamento economico

Reintegrazione obbligatoria in caso di licenziamento economico se il fatto è manifestamente insussistente

02 Aprile 2021 | di La Redazione

Corte costituzionale

Licenziamento economico

Si rivela “disarmonico e lesivo del principio di eguaglianza” il carattere facoltativo del rimedio della reintegrazione per i soli licenziamenti economici, a fronte dell’inconsistenza della giustificazione addotta e della presenza di un vizio ben più grave rispetto alla pura e semplice insussistenza del fatto...

Leggi dopo

Repêchage: non sussiste alcun onere di collaborazione a carico del lavoratore

08 Marzo 2021 | di La Redazione

Licenziamento economico

La Corte di cassazione ha accolto il ricorso di un lavoratore poiché, in tema di repêchage, non spetta a quest'ultimo l'onere di allegare l'esistenza di posti di lavoro nei quali poter essere ricollocato. L'onere probatorio in ordine alla sussistenza di questi presupposti è a carico del datore di lavoro.

Leggi dopo

Il tentativo di repêchage non può imporre modifiche degli assetti organizzativi, anche nel caso di lavoratori con disabilità

01 Marzo 2021 | di David Satta Mazzone

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

Legittimo il licenziamento del lavoratore non idoneo alla mansione se non esistono accorgimenti pratici tali da consentire la prosecuzione del rapporto di lavoro...

Leggi dopo

Legittimo il licenziamento se il fatturato è in calo e il settore è in crisi

28 Gennaio 2021 | di Attilio Ievolella

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

Respinte le obiezioni proposte da un operaio di una azienda portuale. Evidenti, secondo i Giudici, le ragioni economiche che hanno spinto la società a mettere alla porta alcuni lavoratori.

Leggi dopo

Onere di repêchage in caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo

25 Novembre 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

Giova ribadire, quanto all'onere di repêchage, che in caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, per la soppressione del posto di lavoro cui era addetto il lavoratore, il datore di lavoro ha l'onere di provare non solo...

Leggi dopo

Soppressione della posizione lavorativa: la privazione totale delle mansioni non è alternativa al licenziamento

12 Aprile 2019 | di La Redazione

Cass., sez. VI - L, ord.

Licenziamento economico

La soppressione della posizione lavorativa ricoperta dal dipendente obbliga il datore all'assegnazione al lavoratore di altre mansioni professionalmente equivalenti disponibili nell'azienda nonché...

Leggi dopo

Licenziamento intimato in ragione del trasferimento d'azienda e difetto di giustificato motivo

18 Febbraio 2019 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

La Suprema Corte ribadisce quanto affermato dalla più recente giurisprudenza, e cioè che in caso di cessione d'azienda, l'alienante conserva il potere di recesso attribuitogli dalla normativa generale, sicché il trasferimento, sebbene non possa esserne l'unica ragione giustificativa, non può impedire il licenziamento per giustificato motivo oggettivo...

Leggi dopo

Licenziamento del dirigente per ragioni organizzative e onere della prova

07 Dicembre 2018 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

In tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo ricondotto a ragioni tecniche, organizzative e produttive, al giudice compete il controllo in ordine alla effettiva sussistenza del motivo addotto dal datore di lavoro, il quale ha l’onere di provarlo anche mediante elementi presuntivi ed indiziari (nella fattispecie, il riferimento all’esigenza di riduzione dei costi e diminuzione del fatturato non sono state ritenute provate, soprattutto in relazione allo stato della società risultata, per contro, florida).

Leggi dopo

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e configurabilità del repêchage

27 Novembre 2018 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.,

Licenziamento economico

In tema di licenziamento per giustificato motivo oggettivo è sufficiente che le addotte ragioni inerenti all'attività produttiva ed all'organizzazione del lavoro, comprese quelle dirette ad una migliore efficienza gestionale ovvero ad un incremento della redditività, determinino causalmente un effettivo mutamento dell'assetto organizzativo attraverso la soppressione di un'individuata posizione lavorativa...

Leggi dopo

Niente obbligo di repechage se il lavoratore non ha le competenze per la posizione libera

25 Maggio 2018 | di La Redazione

Cass. sez. lav.,

Licenziamento economico

Non sussiste l’obbligo di repechage se il lavoratore licenziato per soppressione della posizione lavorativa non ha le competenze per occupare la posizione libera in azienda, laddove le mansioni dei dipendenti non siano fungibili tra loro.

Leggi dopo

Pagine