News

News su Licenziamento individuale

CGUE e Jobs Act: per la Corte di giustizia in caso di licenziamento illegittimo il lavoratore assunto con il Jobs act non ha diritto alla reintegrazione

17 Marzo 2021 | di La Redazione

Corte giust. UE

Licenziamento individuale

Per la Corte di giustizia europea (sentenza 17 marzo 2021, causa C‑652/19) in caso di licenziamento illegittimo un lavoratore assunto con il Jobs Act non ha diritto ad essere reintegrato e la norma non è contraria al diritto dell'Ue.

Leggi dopo

Licenziamento economico: la Consulta fa rivivere il dovere di reintegrazione

25 Febbraio 2021 | di La Redazione

Licenziamento individuale

La Corte costituzionale, nel comunicato stampa del 24 febbraio 2021, ha sottolineato che in caso di licenziamento economico è obbligatoria la reintegra se il fatto è manifestamente inesistente.

Leggi dopo

Grava sul lavoratore l'onere di provare il licenziamento orale

12 Gennaio 2021 | di Ilaria Leverone

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

La mera cessazione definitiva nell'esecuzione delle prestazioni derivanti dal rapporto di lavoro non è di per sé sola idonea a fornire la prova del licenziamento, trattandosi di circostanza di fatto di significato polivalente, in quanto può costituire l'effetto sia di un licenziamento, sia di dimissioni, sia di una risoluzione consensuale.

Leggi dopo

La convocazione avanti la D.T.L. deve essere spedita nel termine di 7 giorni previsto dall’art. 7 l. n. 604/1966 e non anche ricevuta

15 Ottobre 2020 | di Roberto Dulio

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

In materia di licenziamento per g.m.o., il termine di 7 giorni previsto dall’art. 7, comma 3, l. n. 604/1966, entro il quale la D.T.L. deve inviare la convocazione delle parti avanti a sé, deve intendersi come termine entro cui deve essere spedita la convocazione...

Leggi dopo

La scelta di riprendere il lavoro a seguito di un ordine giudiziale di reintegrazione è irreversibile

15 Ottobre 2020 | di Ilaria Leverone

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

In caso di illegittimità del licenziamento, il diritto riconosciuto al lavoratore dall'art. 18 comma 5 l. n. 300/1970 di optare fra la reintegrazione nel posto di lavoro e l'indennità sostitutiva, in quanto esercizio di diritto potestativo che nasce dalla declaratoria di illegittimità del licenziamento ed ha natura di atto negoziale autonomo, non soggiace agli effetti espansivi della sentenza di riforma previsti dall'art. 336, c.p.c.

Leggi dopo

Sul licenziamento per svolgimento di altra attività lavorativa durante l'assenza per malattia

14 Settembre 2020 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

La Cassazione riafferma - da un lato - il principio in base al quale lo svolgimento di altra attività lavorativa configura violazione degli specifici obblighi contrattuali di diligenza e fedeltà nell'ipotesi in cui tale attività...

Leggi dopo

Licenziato, reintegrato e trasferito: abuso compiuto dall’azienda e risarcimento per il dipendente

27 Luglio 2020 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

Per i Giudici il dipendente ha diritto a riavere il posto di lavoro ricoperto prima del licenziamento. Allo stesso tempo l’azienda va condannata a risarcire il danno arrecato al dipendente. Decisiva la mancata dimostrazione dell’effettiva sussistenza di un processo di riorganizzazione interna comportante il venir meno delle mansioni in precedenza affidate al lavoratore.

Leggi dopo

La Cassazione sul principio della immutabilità della contestazione

17 Luglio 2020 | di Sabrina Apa

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

Ai fini del rispetto delle garanzie previste dall'art. 7 l. n. 300 del 1970, il contraddittorio sul contenuto dell'addebito mosso al lavoratore può ritenersi violato (con conseguente illegittimità della sanzione, irrogata per causa diversa da quella enunciata nella contestazione) solo quando vi sia stata una sostanziale immutazione del fatto addebitato...

Leggi dopo

Assenza prolungata e non comunicata: legittimo il licenziamento

07 Luglio 2020 | di Attilio Ievolella

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

Confermato il provvedimento con cui un’azienda ha messo alla porta un dipendente, reo di non aver comunicato la ragione della sua mancata presenza al lavoro per un periodo di oltre venti giorni. Respinta la tesi difensiva, secondo cui il lavoratore non ha provveduto alla comunicazione necessaria perché colpito da una patologia mentale.

Leggi dopo

Porta via due pennelli dell’azienda: legittimo il licenziamento

15 Giugno 2020 | di La Redazione

Cass., sez. lav.

Licenziamento individuale

Fatale, a fine turno, un controllo nello zainetto del dipendente: così vengono rinvenuti due pennelli, praticamente identici a quelli usati in azienda. Il modico valore degli oggetti sottratti non rende meno grave la condotta del lavoratore. Legittimo perciò il drastico provvedimento adottato dalla società datrice di lavoro.

Leggi dopo

Pagine