News

News

Per il diritto UE ferie e permessi maturano anche se al dipendente è stato impedito di lavorare

10 Marzo 2021 | di Francesca Siccardi

Cass., sez. lav.

Ferie

Il lasso temporale compreso tra la data del licenziamento – poi dichiarato illegittimo con pronuncia giudiziale – e la data della reintegrazione della lavoratrice nel proprio posto di lavoro deve essere assimilato ad un periodo di effettivo lavoro ai fini della determinazione del diritto alle ferie, alle cd. festività soppresse ed ai permessi annuali.

Leggi dopo

Repêchage: non sussiste alcun onere di collaborazione a carico del lavoratore

08 Marzo 2021 | di La Redazione

Licenziamento economico

La Corte di cassazione ha accolto il ricorso di un lavoratore poiché, in tema di repêchage, non spetta a quest'ultimo l'onere di allegare l'esistenza di posti di lavoro nei quali poter essere ricollocato. L'onere probatorio in ordine alla sussistenza di questi presupposti è a carico del datore di lavoro.

Leggi dopo

Il congedo parentale spetta anche a chi era disoccupato al momento della nascita del figlio

05 Marzo 2021 | di La Redazione

Corte giust. UE, Ottava sezione

Congedi parentali

Le clausole 1.1, 1.2, 2.1 e 3.1 lett. b), dell'accordo quadro sul congedo parentale (riveduto), che figura in allegato alla direttiva 2010/18/UE (…) devono essere interpretate nel senso che esse non ostano a una normativa nazionale che subordina il riconoscimento del diritto al congedo parentale alla condizione che il genitore interessato abbia occupato un impiego senza interruzione per un periodo di almeno dodici mesi immediatamente precedente l'inizio del congedo parentale. Per contro, dette clausole ostano a una normativa nazionale che subordina il riconoscimento del diritto al congedo parentale allo status di lavoratore del genitore al momento della nascita o dell'adozione del figlio.

Leggi dopo

Il tentativo di repêchage non può imporre modifiche degli assetti organizzativi, anche nel caso di lavoratori con disabilità

01 Marzo 2021 | di David Satta Mazzone

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

Legittimo il licenziamento del lavoratore non idoneo alla mansione se non esistono accorgimenti pratici tali da consentire la prosecuzione del rapporto di lavoro...

Leggi dopo

Assunzioni agevolate di donne nel biennio 2021-2022: prime indicazioni dell'INPS

01 Marzo 2021 | di La Redazione

Circolare INPS

Assunzioni agevolate

L'INPS fornisce alcune indicazioni che riguardano l'esonero totale dei contributi previsto dalla Legge di Bilancio 2021 in favore dei datori di lavoro che, nel biennio 2021-2022, assumono donne disoccupate (circolare INPS 22 febbraio 2021 n. 32).

Leggi dopo

Licenziamento economico: la Consulta fa rivivere il dovere di reintegrazione

25 Febbraio 2021 | di La Redazione

Licenziamento individuale

La Corte costituzionale, nel comunicato stampa del 24 febbraio 2021, ha sottolineato che in caso di licenziamento economico è obbligatoria la reintegra se il fatto è manifestamente inesistente.

Leggi dopo

Integrazioni salariali Covid-19 previste dalla Legge di Bilancio 2021: prime istruzioni dell'INPS

23 Febbraio 2021 | di La Redazione

Circolare INPS

Cassa integrazione in deroga

L'INPS riepiloga le principali misure di integrazione salariale Covid-19 contenute nella Legge di Bilancio 2021 fornendo, allo stesso tempo, le prime istruzioni operative per accedere ai trattamenti (Circ. INPS 17 febbraio 2021 n. 28).

Leggi dopo

L’eccezione di aliunde perceptum può essere proposta anche in appello

18 Febbraio 2021 | di Ilaria Leverone

Cass., sez. lav.

Processo del lavoro - secondo grado

Il cd. aliunde perceptum non costituisce oggetto di eccezione in senso stretto ed è dunque rilevabile d’ufficio dal Giudice se le relative circostanze di fatto risultano ritualmente acquisite al processo. Per tale ragione, l’eccezione di detrazione dell’aliunde perceptum non è subordinata alla specifica e tempestiva allegazione della parte ed è ammissibile anche in appello, dovendosi ritenere sufficiente che i fatti risultino ex actis.

Leggi dopo

Contratto collettivo scaduto? Può durare sino alla stipula del nuovo contratto tra le parti

15 Febbraio 2021 | di David Satta Mazzone

Cass., sez. lav.

CCNL

Il contratto collettivo non rinnovato produce effetti sino alla sottoscrizione del nuovo accordo, anche quando la sigla sindacale non siede al tavolo del rinnovo.

Leggi dopo

Rider: il Tribunale di Firenze rigetta il ricorso della CGIL e riconosce la natura autonoma del rapporto

10 Febbraio 2021 | di La Redazione

Tribunale Firenze

Lavoro autonomo

Il Tribunale di Firenze rigetta le richieste della Cgil Firenze e riconosce nei confronti di Deliveroo Italy la natura autonoma del rapporto di collaborazione dei rider, ovvero la non applicabilità dell'art. 28, l. n. 300 del 1970...

Leggi dopo

Pagine