Homepage

Focus Focus

Il delicato equilibrio tra diritto di critica del lavoratore e la violazione dei doveri di correttezza e buona fede

di Marta Filippi

Diritti ed obblighi lavoratore

Il diritto di espressione e più nello specifico il genus del diritto di critica nei luoghi di lavoro, sono riconosciuti come diritti fondamentali dell'uomo a livello comunitario dall'art. 10 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo ed a livello nazionale dall'art. 21, Cost. Proprio per l'importanza che il riconoscimento e l'affermazione di tali diritti costituiscono, la Corte europea dei diritti dell'uomo ne ha fornito un'interpretazione estensiva e liberale sostenendo come la libertà di espressione vada riconosciuta non soltanto in relazione alle idee considerate come inoffensive ed indifferenti ad un dato fatto, comportamento o pensiero, ma anche a quelle che comportano uno sconvolgimento o un disturbo in relazione al vivere comune...

Leggi dopo