Homepage

La Bussola LA BUSSOLA

Lavoro pubblico

02 Marzo 2021 | di Giovanni Mimmo, Roberto Bonanni

L’evoluzione normativa del rapporto di lavoro dei dipendenti della pubblica amministrazione è stata caratterizzata, dopo una prima fase tendente ad avvicinare sempre di più la disciplina a quella dei rapporti di lavoro privati (c.d. “privatizzazione del pubblico impiego”), da una tendenza ad una maggiore separazione delle due discipline. L’attuale assetto normativo del rapporto di lavoro pubblico è, pertanto, caratterizzato da una sempre maggiore prevalenza della regolamentazione legale rispetto a quella di derivazione contrattuale e da una conseguente peculiarità della disciplina relativa agli istituti più rilevanti rispetto a quella che caratterizza il rapporto di lavoro privato, come reso evidente dalle peculiari disposizioni in materia di costituzione ed estinzione del rapporto, dalla disciplina delle mansioni e dalla regolamentazione del rapporto di lavoro dirigenziale. Il D.Lgs. n. 75/2017, nel modificare numerose disposizioni del D.Lgs. n. 165/2001, ha invertito la tendenza verso una progressiva rilegificazione, riaffermando nella gestione del rapporto di lavoro alle dipendenze di una pubblica amministrazione il ruolo centrale della contrattazione collettiva nazionale rispetto alla legge. La norma è intervenuta a modificare il procedimento disciplinare a carico del pubblico dipendente ed ha dettato una specifica disciplina applicabile la pubblico impiego in caso di licenziamento invalido.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Il bilanciamento di interessi con riferimento alla l. n. 104/1992

01 Marzo 2021 | di Teresa Zappia

Cass., sez. lav.

Permessi, congedi e aspettative

Se il CCNL applicato prevede la non applicazione della disciplina sui trasferimenti per quelli disposti in uffici dislocati della stessa unità produttiva, è superabile, sussistendo ragioni organizzativo-produttive, anche il consenso del lavoratore che assiste un parente disabile?

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Compatibilità smart-working: in concreto o in astratto?

01 Marzo 2021 | di Teresa Zappia

Tribunale Roma

Smart working

Se al lavoratore sono state assegnate mansioni che potrebbero in astratto essere svolte in modalità agile, il datore può negare lo smart-working se ritiene necessaria la formazione?

Leggi dopo
News News

Il tentativo di repêchage non può imporre modifiche degli assetti organizzativi, anche nel caso di lavoratori con disabilità

01 Marzo 2021 | di David Satta Mazzone

Cass., sez. lav.

Licenziamento economico

Legittimo il licenziamento del lavoratore non idoneo alla mansione se non esistono accorgimenti pratici tali da consentire la prosecuzione del rapporto di lavoro...

Leggi dopo
News News

Assunzioni agevolate di donne nel biennio 2021-2022: prime indicazioni dell'INPS

01 Marzo 2021 | di La Redazione

Circolare INPS

Assunzioni agevolate

L'INPS fornisce alcune indicazioni che riguardano l'esonero totale dei contributi previsto dalla Legge di Bilancio 2021 in favore dei datori di lavoro che, nel biennio 2021-2022, assumono donne disoccupate (circolare INPS 22 febbraio 2021 n. 32).

Leggi dopo
Focus Focus

Diniego di accesso all'APE sociale senza previa percezione della NASpI (o delle precedenti indennità di disoccupazione). Dubbi di costituzionalità

01 Marzo 2021 | di Piergiorgio Romano

Messaggio INPS

Naspi

La percezione della NASpI è stata configurata dalla legge n. 232/2016 (art. 1, comma 179) quale condicio sine qua non per l'accesso al beneficio dell'APE sociale.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Operazioni straordinarie

01 Marzo 2021 | di Alessandra Fabbri

Le operazioni straordinarie costituiscono una categoria mutuata dalle scienze aziendalistiche, nella quale rientrano tutti gli atti o procedimenti finalizzati alla riconfigurazione della struttura essenziale dell’azienda, al fine di adeguarla alle mutate esigenze dell’impresa. Le ragioni alla base di tali operazioni possono essere molteplici, dalla modifica della struttura o della forma giuridica dell'impresa, al trasferimento della titolarità dell'azienda o del controllo della stessa, alla liquidazione della società per procedere alla sua chiusura. Configurano operazioni straordinarie il trasferimento e il conferimento d’azienda, la liquidazione ordinaria o coatta dell’impresa, nonché trasformazioni, fusioni, scissioni, cambi di partecipazioni azionarie.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Diffida accertativa

01 Marzo 2021 | di Gianluca Natalucci

Il D.Lgs. n. 124/2004 ha previsto agli artt. 12 e 13 due diversi tipi di diffida, relativi rispettivamente alla “Diffida accertativa per crediti patrimoniali” e all’“Accesso ispettivo, potere di diffida e verbalizzazione unica”. In tale contesto il D.Lgs. n. 149/2015 ha istituito, dal 24 settembre 2015, un’Agenzia unica per le ispezioni del lavoro, denominata Ispettorato Nazionale del Lavoro, che integra i servizi ispettivi del Ministero del Lavoro, dell'INPS e dell'INAIL, mentre il D.Lgs. n. 151/2015 ha riformato l'impianto sanzionatorio.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Contratti di prossimità

01 Marzo 2021 | di Giuseppe Buscema

Prendendo atto della esigenza per le parti di individuare modalità per regolare e gestire in maniera più vicina agli interessi delle aziende e dei lavoratori da esse occupati, il legislatore ha introdotto nel 2011 i contratti collettivi di prossimità. Si tratta di contratti collettivi di lavoro che consentono, laddove ricorrano specifiche finalità e nelle materie individuate dall’articolo 8 del D.L.n.138/2011, di regolare la disciplina del rapporto di lavoro con possibilità di derogare alle previsioni del contratto collettivo nazionale di lavoro ed anche della legge, seppure nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dalle normative comunitarie e dalle convenzioni internazionali sul lavoro.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Organizzazioni di tendenza

01 Marzo 2021 | di Alessandra Fabbri, Veronica Cantarella

Secondo la definizione introdotta dall'art. 4 della Legge 11 maggio 1990 n. 108 le organizzazioni di tendenza si identificano in quei “datori di lavoro non imprenditori che svolgono senza fini di lucro attività di natura politica, sindacale, culturale, di istruzione ovvero di religione o di culto”. L'interesse giuslavoristico alla regolamentazione dei rapporti di lavoro alle dipendenze delle associazioni o degli enti che presentino una caratterizzazione ideologica, culturale o politica non è, tuttavia, generalizzato,

Leggi dopo

Pagine